AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

Cinema e solidarietà a Casoli con la proiezione del film 'Canto 6409' del regista abruzzese Dino Viani
Il docufilm, presentato fuori concorso al 62° Festival di Cannes, sarà proiettato a Casoli il 6 Ottobre 2016 alle ore 20:30 presso il Teatro Comunale. Il ricavato delle offerte sarà devoluto in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 Agosto

Cinema e solidarietà a Casoli con la proiezione del film 'Canto 6409' del regista abruzzese Dino Viani

"Il terremoto trasforma le case in grandi vagine da cui nascono solo figli morti, corpi abortiti nel ventre protettivo delle case ed estratti come lumache nude dai gusci frantumati." (Dino Viani)

Link correlati

Il Trailer del film che ha partecipato fuori concorso al 62° Festival di Cannes

"Canto 6409" del regista abruzzese Dino Viani è un film sul terremoto che ha colpito L’Aquila, presentato con successo nel maggio 2009 al 62° Festival del cinema di Cannes. Girato non senza difficoltà all’indomani dell’evento sismico che ha colpito le popolazioni dell’Abruzzo aquilano, il progetto è nato in collaborazione con il M° Emanuel Dimas De Melo Pimenta, uno dei più importanti compositori contemporanei sulla scena mondiale, note sono le collaborazioni con J. Cage, Merce Cunningham, Renè Berger, ecc..
Interpreti nel ruolo di se stessi sono: Sascia Sciacquatori 20 anni, Ludovica Martini 18 anni e il loro piccolo Massimo di due anni. Una famiglia che all'epoca del terremoto a L'Aquila viveva presso l’Hotel Duca Degli Abruzzi di Pescara, come tanti altri sfollati, in attesa che la piccola Benedetta, nata prematuramente, una volta dismessa dall'ospedale, potesse ricongiungersi con i suoi cari.

"Ho deciso di fare questo lavoro, grazie anche alla spinta del Maestro Pimenta, che mi ha sostenuto durante la progettazione e le riprese. - dice il regista Viani, che sarà presente alla proiezione del 6 ottobre a Casoli - Appena dopo il sisma del 2009, ho iniziato a visitare gli hotel della costa per cercare di incontrare delle persone disponibili per poter raccontare una storia che parlasse dell’aspetto invisibile del terremoto, di quei danni, di quelle crepe insanabili aperte nelle anime delle vittime dopo la tragica notte del 6 Aprile. E’ stato un compito molto difficile per ovvie ragioni emotive, soprattutto per la breve vicinanza dall’evento. Quando ho incontrato Sascia, con la sua famiglia, ho capito subito che avevo il film a portata di mano, dovevo solo filmare. Attraverso i loro giovani volti smarriti ho cercato di raccontare il loro dolore e quello che ha colpito la mia terra, la mia gente; con quel senso di compostezza, disperazione mista a bellezza. Canto6409, nasce dall’esigenza di dare una risposta, attraverso le immagini, a quel senso d' impotenza e frustrazione che il terremoto ha portato non solo nella vita delle popolazioni aquilane. Questo lavoro - conclude Vianivuole essere una delicata neve di primavera che scende su questa terra martoriata come un lungo sudario bianco per coprire le urla dei morti e il pianto dei loro cari rimasti soli."

La colonna sonora del Maestro Emanuel Pimenta

BIOGRAFIA DEL REGISTA ABRUZZESE DINO VIANI

Dino Viani, filmaker indipendente, realizza il suo primo lungometraggio nel 1989 con “Il Generale“, un film sul brigantaggio abruzzese. La sua terra, l’Abruzzo, è stata sempre fonte inesauribile di ispirazione per i suoi lavori. Ha prodotto più di venti film tra cortometraggi, mediometraggi e documentari. Le sue opere sono state presentate in festival e rassegne .

Ott. 2006, “Il Segreto” viene presentato al festival della fotografia cinematografica, Gianni Di Venanzo, premiato con targa per il suo alto valore culturale.

Nell’Agosto 2007, il festival di San Pietroburgo gli dedica una retrospettiva d’autore, nello stesso anno i suoi lavori sono alla 52° Biennale di Venezia, 100 giorni di conferenza permanente omaggio al maestro tedesco J. Beuys.

Dal 2007 ha trasferito la sua attività a Berlino dove, nel Luglio 09, presso il cinema Babylon, ha presentato il film ”Un giorno e un altro ancora“.

Giugno 2008 Fara F. Petri “Un paese tra le fiamme“ film sulle Farchie.

Canto 6409, film sul terremoto che ha colpito L’Aquila, ha partecipato nel maggio 09 al 62° Festival del cinema di Cannes - United States of America Pavilion, e a Ottobre ad Amesterdam film festival Re-Imagining the City, premiato a L’Aquila film festival.

Nel Dicembre 2009, i suoi film sono stati presentati in una rassegna dal titolo “Vision on New York City“ presso la Columbia University.

Ha partecipato alle ultime edizioni di “Sguardi Sonori “.

Agosto 2012, Prima mondiale di “Atrahasis” film concert sul tema della sovrappolazione e carenza di acqua, con musiche di Emanuel Dimas de Melo Pimenta.

Marzo 2013 a Cerfignano (LE) presenta il documentario “Per tutta la vita” le tavole di San Giuseppe.

Agosto 2014 Ari (CH) prima nazionale di “Mattino” lungometraggio.

Agosto 2015 ha curato lo spot Expo’ 2015 Colline Teatine.

Gennaio2016 “Il teatro in casa“ documentario sul Sant’Antonio di Civitaluparella.

Giugno 2016 “Un sole di Mais“ breve storia della Papparella di Ari.

Luglio 2016 “Paradise piccirille“ Allestimento della medesima opera di R. Fraticelli

Luglio 2016 “ Lu Lope“ Allestimento della medesima opera di R. Fraticelli

Settembre 2016 “Sposi “ documentario sugli usi e costumi del matrimonio dal dopo guerra ad oggi.

Inserito da Redazione il 01/10/2016 alle ore 16:39:16 - sez. Solidarietà - visite: 3826