AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

L'AMBASCIATORE SLOVENO A CASOLI PER COMMEMORARE GLI INTERNATI NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO
Sarà l'ambasciatore della Repubblica Slovena in Italia, Bogdan Benko, a scoprire questa mattina 27 Gennaio 2018, alle ore 9:00, la lapide che riporta i nomi dei 218 internati antifascisti nel campo di concentramento di Casoli

L'AMBASCIATORE SLOVENO A CASOLI  PER COMMEMORARE GLI INTERNATI NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO

Dei 2018 internati, 108 furono ebrei in gran parte triestini, ma di origine centro ed est-europea, gli altri 110 erano "ex-jugloslavi" sloveni e croati. Sarà presnte alla cerimonia anche lo scrittore triestino di origine dalmata Livio Isaak Sìrovich, che riceverà dal sindaco Massimo Tiberini la cittadinanza onoraria per il suo libro "Non era una donna, era un bandito", basato sulla documentazione presente nell'archivio comunale di Casoli riguardante il campo di concentramento funzionante dal 1940 al febbraio 1944. Questo archivio è stato messo online dal giovane studioso italiano dell'Università tedesca di Bielefeld, Giuseppe Lorentini, che ha creato in questo modo un centro di studio e di ricerca unico nel suo genere. Decine di lettere personali degli ebrei internati e poi degli slavi si possono leggere con un click, riscoprendo storie seppellitte da oltre settant'anni. Nel pomeriggio seguirà un convegno con studiosi di varie università italiane.

Inserito da Redazione il 27/01/2018 alle ore 07:46:40 - sez. Storia - visite: 2602