AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

DOMANI SABATO 17 MARZO PRESENTAZIONE DEL LIBRO 'AMANDO VAI' DI STEFANIA RAMONDO
CASOLI 17 MARZO 2018, ORE 17:30 PRESSO LA LIBRERIA MGL SARA' PRESENTATO IL LIBRO DI STEFANIA RAMONDO 'AMANDO VAI'. INTERVERRANNO GIANNI VASSALLI E NICOLA LIBERATO

DOMANI SABATO 17 MARZO PRESENTAZIONE DEL LIBRO 'AMANDO VAI' DI STEFANIA RAMONDO

Clicca sul manifesto per ingrandire

L'autrice Stefania Ramondo, abruzzese di nascita con origini per metà sarde, con il cuore che batte sui monti guardando il mare come solo in Abruzzo si può fare. Attualmente Medico di Medicina Generale, sul territorio per il territorio. Specializzata in Immunologia Clinica, in Allergologia e poi in Medicina Generale. Prima contrattista a progetto di supporto all’attività clinica e di ricerca presso la Facoltà di Medicina dell’Università d’Annunzio di Chieti, poi cultrice della materia per la cattedra di Neuroscienze e Fisiologia presso la medesima Università. Coautrice di molte pubblicazioni scientifiche su riviste mediche e del settore, relatrice a numerosi congressi medici nazionali ed internazionali, iscritta a diverse società scientifiche. Non ultimo madre e donna.

Sinossi del romanzo :

…e l’autrice va leggendo e scrivendo, riscrivendo e amando e narrando non di sé, ma di una donna che le assomiglia forse un po’ e sembra che reciti quasi una poesia calibrando i passi del suo incedere sul ritmo lento dei versi che più ama e da cui sembrano prendere le mosse gli avvenimenti … e la vita della sua Marzia tra solitudini vere o solo di sentire, va avanti come quella di tante altre donne fra soddisfazioni personali e professionali e giornate nere, fra amori stringenti e mancanze dal sapore amaro. Prima la famiglia come sempre sullo sfondo, poi gli studi e gli amori che ne fanno una donna adulta e quindi il suo lavoro di medico. Trovano posto immancabilmente anche i dolori, le perdite, le delusioni, ma la professione è il suo centro vitale e pur con tante difficoltà, tra giuramenti antichi e problemi di etica e di morale, essa la tiene ancorata con passione alla realtà. Vitale è anche per lei cambiare continuamente orizzonte con viaggi di piacere o di lavoro e le passioni, i pensieri coraggiosi ed qualche vile tormento si perdono in giro per il mondo. Marzia si muove e prosegue quasi sempre da sola, amando va e l’autrice ed anche noi, andiamo ed amiamo con lei, non possiamo che seguirla ed in fondo amarla, ma capiamo che dobbiamo osservarla un pochino da lontano senza avvicinarci troppo alla sua bolla. Così le andrebbe bene.

Ispirazione :

Senza di te tornavo, come ebbro non più capace d'esser solo, a sera
quando le stanche nuvole dileguano nel buio incerto.
Mille volte son stato così solo dacché son vivo, e mille uguali sere
m'hanno oscurato agli occhi l'erba, i monti, le campagne, le nuvole.
Solo nel giorno, e poi dentro il silenzio della fatale sera. Ed ora, ebbro,
torno senza di te, e al mio fianco c'è solo l'ombra.
E mi sarai lontano mille volte, e poi, per sempre. Io non so frenare
quest'angoscia che monta dentro al seno; essere solo.
Pier Paolo Pasolini

Inserito da Redazione il 16/03/2018 alle ore 19:54:02 - sez. Libri - visite: 3387