AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

L'EMERGENZA CORONAVIRUS HA PEGGIORATO UNA SANITA' LOCALE GIA' CARENTE
I SINDACI DEL SANGRO AVENTINO SI SONO RIUNITI IN CONFERENZA STAMPA PER DENUNCIARE LE SCELTE DELLA ASL CHE CONTINUANO A PENALIZZARE L'ENTROTERRA

L'EMEREGENZA CORONAVIRUS HA PEGGIORATO UNA SANITA' LOCALE GIA' CARENTE

Link correlati

News correlate | Video correlati | YouTube | Audio correlati | Foto correlate | Rassegna Stampa | Web Link

CLICCA SULL'IMMAGINE PER VEDERE LE ALTRE FOTO

GUARDA LA DIRETTA FB

IL SERVIZIO DI TELE MAX



Casoli (CH), il 16 ottobre 2020
, i sindaci del Sangro Aventino, in una Conferenza Stampa indetta dal sindaco Massimo Tiberini presso la sala consiliare del comune di Casoli, hanno discusso e denunciato i problemi della sanita' locale. Problematiche già esistenti e ulteriormente aggravate  dall'emergenza Coronavirus, ha spinto le amministrazioni locali a richiedere un tavolo istituzionale e la convocazione del Comitato ristretto dei Sindaci per attuare una nuova programmazione sanitaria adeguata al territorio.

"Presso la sala Consiliare del Comune di Casoli, alla presenza dei Sindaci e degli amministratori del nostro territorio, - ha detto il sindaco di Torricella Peligna Carmine Ficca - si è svolta una conferenza stampa per denunciare la scellerata scelta della ASL di togliere i medici a bordo dei 118 di Torricella Peligna e Lama dei Peligni, peraltro in un momento di grave emergenza sanitaria e chiedere la convocazione urgente del Comitato ristretto dei Sindaci, al fine di ottenere l’immediato ripristino della piena funzionalità dei 118."
"Le postazioni medicalizzate di Torricella Peligna e di Lama dei peligni - continua - erano state ottenute dal nostro territorio nel 2015, dopo trent’anni di attesa e grazie all’impegno degli amministratori, della Strategia Nazionale aree interne “Basso – Sangro - Trigno” e della Regione Abruzzo, risolvendo la grave problematica dell’emergenza-urgenza."
"Il ritorno ad una situazione in cui non viene più garantito l’intervento tempestivo dei sanitari - conclude il sindaco Ficca - non può essere tollerato perché è in discussione la dignità e la sicurezza degli abitanti delle zone interne. Pertanto daremo battaglia in tutte le sedi per la piena funzionalità dei 118 nel nostro territorio"

Inserito da Redazione il 17/10/2020 alle ore 16:58:15 - sez. Ospedale - visite: 3168