AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

PREOCCUPAZIONE PER I CONTAGI ALLA RSA DI ALTINO, IL SINDACO MURATELLI CHIEDE AIUTO ALLE ISTITUZIONI
Quasi tutti gli ospiti contagiati, la casa di riposo chiede aiuto al Comune e il sindaco Muratelli si rivolge alle autorità competenti. Nel frattempo Fioravante Di Giovanni del PTA di Casoli, ha attivato il servizio USCA per la struttura

PREOCCUPAZIONE PER I CONTAGI ALLA RSA DI ALTINO, IL SINDACO MURATELLI  CHIEDE AIUTO ALLE ISTITUZIONI

 Link correlati


Su 55 ospiti, sono 49 al momento i positivi segnalati dalla ASL dopo i tamponi, nella RSA di Altino: 44 anziani, e 5 operatori.

"Sono ore complicate e particolari  - dice preoccupato Vincezo Muratelli sindaco di Altino - queste che stiamo vivendo nella nostra comunità rispetto alle notizie relative al contagio che si è sviluppato all'interno della RSA presente nel nostro territorio comunale. I numeri purtroppo sono aumentati in queste oree stanno coinvolgendo l'intera utenza presente nella Residenza. Ho raccolto in queste ore - continua il sindaco - la richiesta della proprietà che mi ha chiesto di sostenere il loro sforzo nella ricerca di soluzioni rispetto a questa situazione drammatica . Devo ringraziare di cuore la Dott.ssa Nicoletta Verì, la segreteria della Presidenza Regionale e il dottor Fioravante Di Giovanni, responsabile dle PTA di Casoli, che ha attivato il servizio USCA (Unità Speciali di Continuità Assistenziale), per l'attenzione e il sostegno di queste ore. Molto meno qualche funzionario sanitario che chiamato al telefono, credo pagato dai cittadini abruzzesi, non si è degnato ne' di rispondere né tantomeno di richiamare."

"Detto ciò - dice ancora il sindaco di Altinomi trovo, nella posizione amministrativa di Sindaco ma sopratutto in quella che investe il senso di umanità e di doverosa attenzione verso le persone bisognose e indifese, a chiedere un aiuto da parte delle autorità competenti per sostenere e trovare soluzioni, in queste ore, rispetto alla situazione drammatica che sta vivendo la struttura e di intervenire per allentare la pressione gestionale, sia a livello sanitario ma anche igienico e di cura delle persone, sulla stessa , vista la mancanza di personale, con lo spostamento degli ospiti in strutture sanitarie pubbliche."

"Vi prego di condividere questo messaggio - conclude  Muratelli - sperando arrivi all'attenzione delle istituzioni e ai livelli di decisione e di responsabilità perché si mettano in atto tutte le azioni necessarie prima che la situazione raggiunga livelli ancora più difficili da gestire e risolvere."

Inserito da Redazione il 25/02/2021 alle ore 08:08:39 - sez. Cronaca - visite: 3474