AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

Il Dott. Natale replica un articolo de 'il Centro'
Il Presidente del "Comitato Civico in difesa dell'Ospedale di Casoli" replica un articolo inerente l'ospedale apparso su "il Centro" il 26 Febbraio

Natale scrive a Il Centro per ad un articolo pubblicato 5 giorni fa

Di seguito il contenuto integrale della lettera:

«Gentile Direttore,
in relazione ad un articolo pubblicato da “il Centro” del 26-02-2009, in cronaca di Lanciano mi permetta di effettuare una precisazione con replica. In quell’occasione il Comitato Civico di Casoli, da me presieduto, formulava una critica nei confronti della ASL Lanciano-Vasto per aver istituito, presso l’ospedale di Casoli, il "day service". Questo servizio permette ad un paziente di andare, al mattino, in ospedale e di uscire, entro la mattinata, con una diagnosi e relativa cura dopo aver effettuato visita, radiografie, analisi, ecc…, dietro pagamento di un ticket di 50 Euro. Il giorno dopo, sempre sul "il Centro" non s’è fatta attendere la risposta da parte del Direttore Sanitario di Casoli dott. Di Vito il quale affermava che il Comitato Civico è sempre stato contrario alle "INNOVAZIONI" della ASL. Non riusciamo bene a capire a cosa si riferisse, ma certo è che l’azione del Manager Caporossi, dalla sua venuta ad oggi, ha talmente "INNOVATO" l’ospedeale di Casoli rendendolo un cronicario con servizi in via d’estinzione….
Il Comitato Civico ha semplicemente detto che il "day service" è difficilmente realizzabile a Casoli, perché i servizi di Radiologia e di Laboratorio Analisi sono ridotti al minimo di personale e che i medici di medicina generale che devono effettuare questo servizio, sono oberati di lavoro in quanto devono pure ricoprire turni scoperti al Pronto Soccorso per carenza di medici di guardia!!
Infine esprimiamo somma meraviglia che a risponderci non è il Manager ASL fornito di tanto ufficio stampa con parecchio personale alle dipendenze!!!
Invece al dott. Di Vito, che peraltro non c’entra niente con queste querelle, diciamo che l’unica "INNOVAZIONE" da lui apportata al nostro ospedale è stata quella di essersi riservato un posto macchina al parcheggio, come Direttore Sanitario, cosa mai richiesta od ottenuta da nessuno dei suoi ben più autorevoli predecessori

Inserito da Redazione il 03/03/2009 alle ore 14:54:46 - sez. Ospedale - visite: 3301