AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

"Medea" di Seneca al Castello Ducale di Casoli

Nuova pagina 1

Giovedì 6 luglio alle ore 21.15 - Ingresso gratuito

"Cultura e turismo nelle dimore storiche adriatiche" è il motto del progetto "Culturadria" che riscopre e valorizza le dimore storiche di Abruzzo e Molise e le rende centri di attività culturale

Il primo appuntamento dell'estate casolana, è previsto per giovedì 6 luglio alle ore 21.15, dove andrà in scena "Medea" nella versione rielaborata da Seneca, un'antica tragedia, interpretata in chiave moderna da una compagnia di giovani attori provenienti da Abruzzo Molise e Serbia, la cui attività formativa si è svolta in particolare a Casoli, a Lanciano e in Molise. Lo spettacolo infatti, fa parte di un progetto iniziato nel 2004 "Programma di Iniziativa Comunitariane Interreg III A" e denominato "Cuturadria", di cui la Regione Abruzzo è capofila. Hanno aderito all'iniziativa anche la Regione Molise, il Comune di Corropoli, il Comune di Casoli, il Comune di Lanciano, l'ATAM (Associazione Teatrale Abruzzese e Molisana), l'Accademia di Belle Arti di L'Aquila, l'Università di Teramo (corso di laurea in scienze del turismo - Giulianova), il Centro del Dramma in Educazione ed Arte NGO (Belgrado - Serbia e Montenegro) ed il Regional Istitute for the Protection of Cultural Heritage (Kotor - Serbia e Montenegro). Il progetto "Culturadria" finalizzato all'interscambio culturale tra Abruzzo e Molise e Paesi dell'area balcanica, intende sviluppare metodi, strumenti e modelli utili alla valorizzazione delle dimore storiche, delle strutture fortificate e di una serie di beni culturali minori, inoltre, promuove l'unione delle culture Mediterranee.
Il progetto, che ha avuto come fase iniziale due attività: una fase formativa teatrale per la valorizzazione dei beni culturali e una formazione post universitaria (in ciascuna attività formativa pilota sono stati coinvolti 20 allievi per una durata di 600 ore di studio), ha ora tra gli obiettivi, la sensibilizzazione e diffusione.
Adesso, il compito principale è quello di curare l'organizzazione per un'ottimizzazione turistica relativa al progetto, che ha come obiettivo la valorizzazione dei beni culturali di vario genere, tramite  l'allestimento di un teatro classico messo in scena proprio nelle dimore storiche. Dopo il grande successo della prima, tenutasi  il 29 giugno, nell'Anfiteatro Bertol Brecht di Nereto, il gruppo teatrale si è esibito in Piazza "Vincenzo Orsini" di Montorio al Vomano, poi in Piazza "Contea di Pagliata" a Isola del Gran Sasso, in Piazza "Santa Maria" a San Vincenzo Valle Roveto, in Piazza "4 Novembre" a Città Sant'Angelo  e questa sera alle ore 19.00 (orario anticipato per la partita) presso il  Chiostro di S. Francesco di Loreto Aprutino. Domani sera, lo spettacolo andrà in scena a Fossacesia, al Giardino "Portale della Luna" in S. Giovanni Venere e dopo l'esibizione di dopodomani 6 luglio a Casoli, presso il Castello Ducale, gli appuntamenti si sposteranno in Molise, nelle città di Campobasso, Larino, Termoli e Agnone. Il 12, 13 e 14 luglio, la compagnia si esibirà a Belgrado. 

Un incontro sullo "Studio di fattibilità volto alla creazione di una rete unitaria di gestione dei beni culturali e ambientali del territorio Sangro Aventino" (rivolto anche ai gestori di parchi, musei e centri informativi) con l'intento di migliorare il funzionamento della rete turistica, si è svolto il 28 maggio, sempre presso il Castello di Casoli. L'incontro promosso dal  Patto Territoriale Sangro Aventino, nell'ambito del progetto finanziato con il Pic Leader +, è stato organizzato per discutere e studiare come migliorare la gestione dei beni culturali ed ambientali e la rete turistica. Nell'occasione, è stata presentata anche la "Sangro Aventino Card", una iniziativa che ha lo scopo di promuovere il turismo, tramite sconti rivolti ai turisti in possesso della Card e in visita ai musei, parchi, oasi ed altri centri culturali e naturalistici. Aderiscono al progetto, anche i gestori di servizi privati, come ristoranti, negozi, ecc., che applicheranno uno sconto del 10% ai clienti in possesso della citata "Sangro Aventino Card". All'incontro, erano presenti: il vicesindaco Antonio Ianieri, l'assessore alla cultura Nicola Rosato, il coordinatore del Patto Territoriale Raffaele Trivilino, le archeologhe Sandra Lapenna ed Amalia Faustoferri della Soprintendenza Archeologica di Chieti, il direttore dell'Oasi di Serranella Mario Pellegrini, Madonna dell'Oasi del Camoscio di Lama, Di Sciullo del museo dell'Orso di Palena e Minuti di Federcultura. 

Il Castello Ducale di Casoli, dal 17 luglio al 17 agosto, resterà aperto tutti i giorni, dalle ore 9.30 fino alle 12.30 e dalle ore 15.30 fino alle 18.30. Dopo questa data, resterà chiuso per lavori di straordinaria manutenzione.

Inserito da Redazione il 04/07/2006 alle ore 23:58:53 - sez. Spettacoli - visite: 5493