AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

I DS esprimono il loro pensiero sull’Ospedale di Casoli

I DS esprimono il loro pensiero

 Un governo di centro-sinistra, non può penalizzare cinque ospedali pubblici e allo stesso tempo salvaguardare sette ospedali privati

«I ruolo, più volte ribadito, dell'ospedale per una comunità dei territori interni - dicono i DS della sezione di Casoli - non è solo quello di rispondere alle necessità sanitarie, esso infatti ha anche un ruolo sociale, economico e psicologico. Conferisce tranquillità sopratutto alle persone anziane che popolano le nostre zone, che si sentirebbero abbandonate e senza il punto di riferimento che l'ospedale rappresenta. Non accettiamo l'idea che in politica regionale - continua il comunicato - un governo di centro-sinistra, elabori un piano di risanamento del S.S.R. che penalizzi cinque ospedali pubblici, salvaguardando sette ospedali privati con numero di posti letto esigui.
Non accettiamo neanche come attenuanti il fatto che l'Ospedalità Privata assorba solo il 20% della spesa sanitaria, né che i contratti siano già in essere, né che si potrebbero scatenare richieste di risarcimento in quanto il legislatore considera paritario il ruolo della sanità pubblica con quella "privata", che privata non è.
Chiediamo pertanto, di prendere come esempio la Regione Emilia Romagna che non ha accreditato nessuna struttura privata a offrire servizi sanitari in convenzione; ci auguriamo inoltre che si possano riconsiderare le sorti del nostro nosocomio alla luce delle imprescindibili esigenze dell'intera comunità del Sangro-Aventino.
» 

Inserito da Redazione il 15/11/2006 alle ore 16:36:12 - sez. Ospedale - visite: 2639