AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

Ricordo di Edward Lear nel bicentenario della nascita
Questa sera presso il Castello Ducale di Casoli alle ore 19.30, proiezione del video che riproporrà le litografie e gli schizzi del viaggio in Abruzzo del grande artista inglese

Ricordo di Edward Lear nel bicentenario della nascita

Link correlati

La copertina del DVD

Casoli, paese che vorrei molto vedere di nuovo per la sua bella posizione… Oltre di esso il paese era più coltivato ma meno pittoresco” . Era il 22 settembre 1843, come Edward Lear annota nel suo diario di viaggio, pubblicato a Londra tre anni dopo.

In occasione del bicentenario della nascita del pittore e scrittore (Londra 1812 - Sanremo 1888), Caroli questa sera ricorderà Lear nell’ambito della mostra “Artisti inglesi, paesaggi d’Abruzzo” con la proiezione di un video curato da Antonio Bini, che riproporrà le litografie e gli schizzi del viaggio in Abruzzo del grande artista inglese.

Edward Lear ricordato da Google Doodle

Lear è stato un importante “descrittore” dell’Italia  (dove visse gran parte della sua vita) e dell’Abruzzo in particolare.
«I suoi viaggi nella nostra regione tra il 1843 e il 1844, ci offrono - dice Antonio Bini la possibilità di conoscere la bellezza del paesaggio abruzzese di un tempo attraverso i suoi disegni e sulla base delle sue impressioni ed emozioni.
Egli è oggi universalmente noto per essere l’inventore del “non sense”, essendo l’autore di una serie di limericks raccolti e pubblicati sotto il titolo di “The book of non sense”, con numerose riedizioni giunte fino ai giorni nostri (l’ultima edizione italiana – curata da Einaudi - risale al 2004). Peraltro uno dei limerick più noti “Where the old man of Abruzzi” rappresenta un’ulteriore testimonianza del suo particolare rapporto con la regione.
Eppure egli si considerò sempre e soltanto un “landscape painter” (pittore di paesaggi), e così volle fosse scritto sulla sua tomba, nel cimitero di Sanremo

Inserito da Redazione il 14/08/2012 alle ore 16:45:32 - sez. Libri - visite: 3291