AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

AVVIO ALLE  PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DEL CASTELLO DUCALE DI CASOLI
UN PROGETTO CHE VEDRA' CASOLI COME POLO CULTURALE E NODO DI UN SISTEMA TERRITORIALE DELLE FORTIFICAZIONI DEL SANGRO AVENTINO

AVVIO ALLE  PROCEDURE DI AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA DEL CASTELLO DUCALE DI CASOLI

 Link correlati | Versione Desktop | Versione Mobile


Con delibera di G.C. n. 55 del 02.05.2019
è stato approvato il progetto esecutivo, per un importo di € 840.000,00 di cui € 663.114,00 per lavori a misura, € 13.910,00 per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso ed € 176.886,00 per somme a disposizione dell’Amministrazione.

Il 2 di settembre del 2020 il sindaco di Casoli ha sottoscritto il  Disciplinare per l'attuazione dell'intervento denominato “CONSERVAZIONE INTEGRATA DEL CASTELLO DI CASOLI FINALIZZATA AL RESTAURO, ALLA VALORIZZAZIONE ED ALLA FRUIBILITÀ DELL’INTERA STRUTTURA MEDIOEVALE DA PARTE DEL PUBBLICO” ricompreso nel progetto “BELLEZZ@-RECUPERIAMO I LUOGHI CULTURALI DIMENTICATI”

Il 13 ottobre del 2020 è stato trasmesso al Comune di Casoli il Disciplinare sottoscritto dal MBACT per l’attuazione dell’intervento.

Con determinazione n. 26 del 02/02/2021 l’ufficio tecnico ha dato avvio alle procedure di affidamento dei lavori ed ha approvato gli atti di gara (avviso per indagine di mercato, lettera di invito e modulistica).

Il progetto esecutivo di messa in sicurezza del Castello di Casoli, già della famiglia di Masciantonio, è stato presentato a valere sui fondi del programma “Bellezza@governo”. Il progetto il miglioramento sismico con tecniche innovative sulle parti in pietra, l’installazione di un sistema di climatizzazione aeraulica che consentirà la fruizione in tutte le stagioni ottimizzando l’impiego di energia, la realizzazione di servizi e la connessione con le diverse ale del castello. Saranno anche realizzate delle stanze da utilizzare come foresteria, di supporto al centro studi incentrato intorno alla figura di Gabriele D’Annunzio, la cui presenza è “visibile” in una stanza sulle cui pareti sono riportate scritte originali. Il progetto ha ottenuto le autorizzazioni di legge e in particolare l’Autorizzazione monumentale in considerazione del Decreto di Interesse culturale emanato nel 1919.

Nell’area del Sangro Aventino - dice il Sindaco Massimo Tiberini  - sono presenti fortificazioni medioevali (Roccascalegna, Casoli) che possono rappresentare nodi di un sistema storico culturale di primo livello, tale da costituire una offerta al turismo che caratterizza le terre di mezzo. Quelle tra la costa e la montagna. In questo sistema, complesso e variegato, un sistema museale integrato e interagente diventa l’obiettivo da realizzare al fine di rafforzare la competitività territoriale. Una valorizzazione - continua Tiberini - che potrebbe incidere anche sui centri storici, ricostituendone il tessuto demografico e dei servizi e facendoli tornare a vivere, all’alba del nuovo millennio e delle mutate esigenze che vedono il ritorno nella città. Un investimento nel patrimonio storico, controllato in tutte sue fasi, è un investimento su tutta la comunità.”

Inserito da Redazione il 12/02/2021 alle ore 08:05:25 - sez. Comune - visite: 2097