AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

Secondo De Luca ed altri Sindaci del territorio, l'Ospedale di Casoli funziona meglio di prima
Comunicato Stampa dei sindaci di Altino, Colledimacine, Casoli, Gessopalena, Lama dei Peligni, Palena, Roccascalegna e Torricella Peligna, sulla situazione dell'Ospedale di Casoli

Secondo De Luca ed altri sindaci di alcuni paesi limitrofi, l'ospedale di Casoli funziona meglio di prima

"La faccia? Ce la mettiamo noi...

A chi vuol sapere chi mette la faccia sul tema dell’Ospedale di Casoli, non abbiamo problemi a rispondere che siamo in tanti a mettercela, e pure volentieri , perché non c’è da vergognarsi di nulla! Altri ,la loro faccia, preferiscono farla comparire sulle gigantografie elettorali che in questi giorni hanno invaso le nostre strade. Noi, invece, volentieri la spendiamo per ribadire che
L’OSPEDALE DI CASOLI FUNZIONA PIU’ E MEGLIO DI PRIMA!!
Infatti ,offre ai cittadini più prestazioni, più specializzazioni e vanta un’attività mai stata così intensa. Non è fantasia, lo dicono i numeri, che non possono essere smentiti e documentano il lavoro svolto da gennaio 2008 ad oggi. Forniamo solo alcuni esempi:
-642 interventi chirurgici, di cui 342 dall’equipe della chirurgia di Casoli, 79 da quella di Lanciano, 161 dall’ortopedia di Atessa e 54 dall’ortopedia di Lanciano;
-5100 prestazioni ambulatoriali in area chirurgica;
-più di 4000 prestazioni specialistiche dell’unità di geriatria e lungodegenza;
-210 ricoveri in riabilitazione;
-525 ricoveri in lungodegenza;
-294 ricoveri in medicina;
-172 ricoveri in geriatria;

Pare la fotografia di un ospedale che sta chiudendo? O di un ospedale ridotto ai minimi termini?
Quale luminoso passato c’è da rimpiangere o da difendere?
E quando mai a Casoli si è fatta l’ortopedia?
Si offre assistenza più di prima e meglio di prima: lo dimostrano le cifre, che testimoniano l’importanza di un ospedale cui sono stati restituiti vita e futuro. E le prestazioni sono finalmente appropriate.
Il resto è polemica sterile, che la dice lunga sul vuoto di idee e contenuti che fa della demagogia il proprio cavallo di battaglia.
Non bisogna lasciarsi ingannare da chi grida che ai cittadini del Sangro –Aventino è stato rubato qualcosa e poi alle prossime elezioni regionali sosterrà un candidato presidente , Gianni Chiodi del Popolo della Libertà, che ha già dichiarato che, per la Regione Abruzzo che conta 1.300.000 abitanti , 25 ospedali pubblici sono troppi….

L’Ospedale di Casoli resta un punto di riferimento importante per il territorio del Sangro –Aventino e, alla fine del percorso di riconversione in atto, non avrà nulla da temere rispetto ai nuovi tagli già annunciati dal governo Berlusconi. Sarebbe stato colpito a morte se non avesse avuto carte e numeri in regola!!"

F.To i Sindaci di:
Altino (Angiolino D’Orazio)
Colledimacine (Graziano Di Berardino)
Casoli (Sergio De Luca)
Gessopalena (Antonio Innaurato)
Lama Dei Peligni (Antonino Amorosi)
Palena (Domenico Parente)
Roccascalegna (Nicola Travaglini)
Torricella Peligna (Tiziano Teti)

Inserito da Redazione il 12/11/2008 alle ore 08:45:39 - sez. Ospedale - visite: 3464