AREA

NEWS

 

 Notizie FotoNotizie
 VideoNotizie AudioNotizie

  

 
 

Il direttore della Asl risponde alle proteste per il Consalvi
Zavattaro: «Casoli sarà potenziato»

Nuova pagina 2

Un'ala vuota dell'ospedale durante i lavori di ammodernamento

Lanciano - «Su Casoli si è generato un grosso equivoco, perché nelle intenzioni di questa direzione non c’è affatto quella di penalizzare l’ospedale né quel territorio: semmai l’esatto contrario perché la nostra idea è quella di aggiungere più contenuti e nuove attività»: il direttore generale della Asl Francesco Zavattaro vuole smontare polemiche e proteste e sgomberare il campo da «ombre che non sono utili a nessuno».

«Ho inviato al presidente del comitato ristretto dei sindaci una nota nella quale si chiarisce che su Casoli non sarà dato seguito ad alcuna decisione senza un ulteriore confronto con le parti sociali - dice il manager, - oltre a chiedere la collaborazione attiva degli amministratori in termini di proposte operative attraverso la costituzione di due gruppi di lavoro».

«Esistono tutte le condizioni di garanzia affinché il sindaco di Casoli receda dalla protesta, anche perché non siamo divisi da interessi contrapposti - afferma Zavattaro, - in comune abbiamo la volontà di dare ai cittadini del territorio l’assistenza di cui hanno bisogno, e possibilmente qualcosa in più rispetto a quanto hanno oggi».

«Gli interventi chirurgici in regime ambulatoriale continueranno a essere eseguiti, e allo stesso modo la popolazione anziana troverà servizi adeguati ai suoi bisogni, - conclude il manager,  - ma vogliamo aggiungere posti letto di rsa in un’ala completamente vuota, aumentare postazioni e sedute di dialisi, come anche c’è un’ipotesi di estensione dell’attività della Radiologia: un programma come questo non nasconde disegni penalizzanti ma la volontà di dare più servizi e più salute».

Fonte: www.lanciano.it

Inserito da Redazione il 27/04/2010 alle ore 23:07:22 - sez. Ospedale - visite: 3290