News » Articolo
Inserito da Redazione il 29/07/2011 alle ore 07:34:04 - sez. Musica - visite: 2348 

Goffredo Mameli, l’eroe della Repubblica Romana, un plagiario?
Secondo alcuni, l’inno nazionale sarebbe stato scritto dal frate scolopio Atanasio Canata. Pelino: "Forse in un qualsiasi paese del mondo la notizia avrebbe procurato scandalo, reazioni indignate, smentite. Invece, da noi, niente, nessuna reazione"
Goffredo Mameli, l’eroe della Repubblica Romana, un plagiario?

di Ezio Pelino

Goffredo Mameli (Genova 5 settembre 1827 - Roma 6 luglio 1849)

Su “Il Centro” del 15 giugno scorso, è apparso un articolo a firma di Bruno Dante dal titolo “Il bluff di Benigni sull’inno nazionale” in cui si sostiene che l’inno nazionale non sarebbe di Mameli, dell’eroe mazziniano della Repubblica romana, ma sarebbe stato scritto dal frate scolopio Atanasio Canata, un patriota monarchico di cultura cristiano-liberale e giobertiana. Il giovane Goffredo Mameli, che sarebbe stato ospite del religioso al Collegio degli Scolopi a Carcare, in provincia di Savona, si sarebbe impadronito, spacciandola per sua, della poesia “Il canto degli italiani”, poi diventato l’inno nazionale.

Forse in un qualsiasi paese del mondo la notizia avrebbe procurato scandalo, reazioni indignate, smentite. Invece, da noi, niente, nessuna reazione. Silenzio. Eppure quell’articolo offende gravemente la memoria di Mameli, da sempre e da tutti ritenuto autore dell’inno. Da padre della patria, nonostante la sua morte in giovane età, a plagiario, a ladro. A leggere la notizia sembra che la “scoperta” sia dello stesso estensore dell’articolo. Invece, non è così. La tesi è dello storico di fede monarchica Aldo A. Mola, esposta nell’introvabile volume “Storia della monarchia in Italia”, Bompiani. Lo storico non esibisce a sostegno della sua tesi , come avrebbe dovuto, alcuna documentazione. Non contrappone, infatti, il manoscritto del frate scolopio a quello di pugno del Mameli, che, con correzioni e postille, è conservato nei musei del Risorgimento di Genova e Torino. La presunta prova del plagio sarebbe, invece, riposta nei seguenti versi del frate: “A destar quell’alme imbelli/ meditò robusto un canto; / ma venali menestrelli/ si rapian dell’arte un vanto/sulla sorte dei fratelli/ non profuse allor che pianto/ e aspettando nel suo core/ si rinchiuse il pio cantore”.

Come si vede, si tratta di versi ermetici, addirittura cifrati, e peraltro senza destinatario. Una “prova” del tutto ridicola. Da uno storico ci si aspetterebbe molto di più. E, poi, perché il frate vittima di plagio non denunciò la cosa? Secondo il Mola non lo fece per non offuscare la memoria dell’eroe. Ma quale memoria? Per tutto il 1848 Mameli era vivo e il suo inno veniva cantato dall’esercito piemontese durante la I guerra di Indipendenza e dal popolo sulle barricate delle Cinque giornate di Milano.
E visse ancora, il Mameli, per la metà del 1849 ed ebbe tempo per scrivere un secondo inno (anche questo copiato?) , intitolato “Inno militare”. Un inno che riecheggia, per stile, immagini, retorica, i Fratelli d’Italia. Basta l’incipit a confermarlo: “Suona la tromba , ondeggiano / le insegne gialle e nere. / Fuoco per Dio sui barbari,/ sulle vendute schiere”.

Che Mameli fosse tutt’altro che uno sconosciuto poetastro è nientemeno Giuseppe Verdi a testimoniarlo, egli, infatti, apprezzò il testo tanto da musicarlo. D’altra parte, Mameli è stato oggetto negli anni di numerose biografie. Fra le prime quella di Arturo Codignola, che, per il Comitato Nazionale per le onoranze nel centenario della nascita, ha esplorato con passione e meticolosità certosina gli archivi genovesi, liguri e italiani, pubblicando nel 1927 l’ opera ”G. Mameli. La vita e gli scritti”. Recentemente ha visto la luce “Goffredo Mameli, Una vita per L’Italia” di Massimo Scioscioli, per l’Istituto per la storia del Movimento repubblicano. Molte sono, inoltre, le edizioni delle poesie di Mameli. La prima è del 1850, a Genova, con introduzione di Giuseppe Mazzini. E nessuno, tanto meno l’Istituto Mazziniano Bianca Montale, ha avuto da avanzare il minimo dubbio sull’autenticità dell’opera poetica del Mameli e sulla genesi dell’inno. Peraltro, non è nemmeno accertato che Mameli sia mai stato al collegio degli Scolopi, manca, infatti, ogni documentazione in proposito, mentre è certo che ci fosse il fratello.

Area commenti di FaceBook
Nessun commento inserito.

Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Se non diremo cose che a qualcuno spiaceranno, non diremo mai la verità" (Pino Scaccia)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (50)
Beni culturali (36)
Calendario eventi (20)
Cinema (30)
Comune (231)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (71)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (436)
Foto FB (6)
Internet (18)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (45)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (194)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (82)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (5)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019

Ultimi commenti:
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria
La famiglia Talone ringrazia v...
06/09/2018 alle ore 09:36:58
Inserito da La moglie
Vorrei macinare del grano soli...
11/06/2018 alle ore 20:56:03
Inserito da fioravante scamuffa
correggo 15 lt pro capite, è p...
23/01/2018 alle ore 09:58:52
Inserito da j

Valid xhtml 1.0 / css