News » Articolo
Inserito da Redazione il 09/03/2007 alle ore 17:03:26 - sez. Ambiente - visite: 2592 

Rischio emergenza idrica per l’estate
Rischio emergenza idrica per l’estate

Appello dei Presidenti degli ATO all’Assessore Srour

Allarme siccità per le falde acquifere regionali: i Presidenti delle sei Autorità d’Ambito Abruzzesi fanno appello all’Assessore Regionale con delega al ciclo idrico integrato, Mimmo Srour, per chiedere lo stato di emergenza idrica nella Regione

La situazione meteorologica degli ultimi mesi, infatti, mette seriamente in pericolo il rifornimento idrico delle falde e già a primavera, una drastica diminuzione di portata potrebbe minare il normale servizio di rifornimento di acqua potabile nelle città abruzzesi.
In una nota a firma congiunta, Domenico Panone Presidente ATO 1 Aquilano, Angelo S. Angelosante, Presidente ATO 2 Marsicano, Sandro Ciacchi Presidente ATO 3 Peligno Giorgio D’Ambrosio Presidente ATO 4 Pescarese, Giancarlo di Lucanardo Presidente ATO 5 Teramano ed Enrico di Giuseppantonio Presidente ATO 6 Chietino esprimono forti preoccupazioni per l’emergenza idrica e richiamano l’attenzione dei vertici regionali sulla necessità di agire tempestivamente per ridurre il più possibile il rischio di disservizi, danni e disagi per la popolazione.
Occorre intervenire prioritariamente sulle normative che regolano l’approvvigionamento ed il rifornimento idrico potabile, chiedendo lo stato di emergenza idrica – si legge nella lettera - perché si potrebbe registrare un divario senza precedenti tra disponibilità e fabbisogno idrico, con notevoli disagi per i cittadini”.
Nella zona del Chietino in particolare – ha dichiarato il Presidente dell’ATO 6, Enrico Di Giuseppantonio - salvo straordinarie nevicate o condizioni meteorologiche che agevolino il naturale rifornimento delle falde, saremmo al collasso del sistema di rifornimento idrico, come accadde sei anni fa. Sono seriamente preoccupato e ho già chiesto al gestore di intraprendere tutte le possibili iniziative per prevenire l’emergenza”.

Il testo della lettera che i presidenti degli Ato hanno inviato all'assessore regionale Srour

Preg.mo Assessore Regionale Mimmo Srour,

dalla riunione delle sei Autorità d’Ambito Abruzzesi dello scorso 19 febbraio sono emerse forti preoccupazioni per la situazione meteorologica degli ultimi mesi che ipoteca seriamente la prosecuzione della ricchezza delle nostre falde acquifere presenti sull’intero territorio regionale. Gli attuali livelli di disponibilità di questi contenitori naturali, presentano anticipi di diminuzione di portata che, per i prossimi mesi, creeranno un divario senza precedenti tra disponibilità e fabbisogno idrico.

Tale situazione, in considerazione dell’ormai prossima primavera, salvo straordinarie nevicate o condizione del tempo che agevoli il naturale rifornimento delle falde, fa presupporre un’inevitabile emergenza idrica che, già dai prossimi mesi, potrebbe minare il normale servizio di rifornimento di acqua potabile nelle nostre Città.

Riteniamo di dover agire tempestivamente sull’argomento per minimizzare il rischio di disservizio, di danni e disagi che esso comporta. E’ urgente decidere ora le priorità da intraprendere non appena lo stato di emergenza idrica sarà conclamato intervenendo prioritariamente sulle normative che regolano l’approvvigionamento ed il rifornimento idrico potabile.

Per questo motivo Le chiediamo di intraprendere tutte le iniziative necessarie affinché sia possibile dichiarare lo stato di Emergenza Idrica nella nostra Regione, in modo da intervenire tempestivamente e preventivamente su disagi certi che si andranno a creare con l’arrivo delle stagioni calde. Restiamo a disposizione per ulteriori informazioni in merito, dimostrando già da ora la nostra disponibilità a collaborare alla risoluzione delle problematiche su esposte.

Area commenti di FaceBook
 n. 1 
Crisi idrica. Srour: «non siamo in emergenza ma dobbiamo attrezzarci»

«La crisi idrica potrebbe interessare anche l'Abruzzo, ma, al momento, non c'è bisogno di ricorrere allo Stato. Non siamo nè la Puglia, nè la Sicilia, nè la Sardegna. Considerato il nostro tradizionale ruolo di regione donatrice d'acqua, dovremo essere gli ultimi, se ma ce ne fosse bisogno, a chiedere lo stato d'emergenza».
L'assessore regionale ai Lavori pubblici, preposto al Ciclo idrico integrato, Mimmo Srour, non nasconde i problemi ma, nel contempo, non può che frenare gli allarmismi di gestori ed utenti su possibili chiusure di rubinetti.

Srour, dati alla mano, ha voluto illustrare qual è la situazione contingente in Abruzzo in una conferenza stampa, all'Aquila, già programmata da tempo.
Da quando cioè il Presidente del Consiglio, Romano Prodi, ha inviato una circolare a tutte le Regioni invitandole a razionalizzare l'uso dell'acqua ed a stabilire delle priorità.
Annualmente, in Abruzzo, vengono immessi in rete 253.444.270 metri cubi di acqua ma alle utenze ne vengono fatturati solo 105.048.411 con una dispersione idrica del 58 per cento.
Alle perdite fisiche e fisiologiche di rete che coprono circa il 10-25 per cento del totale, vanno infatti ad aggiungersi le cosiddette perdite amministrative che riguardano la mancata fatturazione per edifici ad uso pubblico (uffici della pubblica amministrazione, scuole, impianti sportivi, fontane pubbliche, etc.).
«Siamo tranquilli, dunque, per il momento - ha detto Srour - ma questo non significa non preoccuparci. Anzi. La riforma del sistema idrico rimane uno degli impegni prioritari di questa Giunta. Basti pensare che la ricchezza delle nostre fonti ci consente di immettere in rete quasi il triplo di quanto ci dovrebbe servire. E allora, quali le cause di tali sprechi? E quali i possibili rimedi?».
Per Srour c'è una sola ricetta. Investire di più e presto nel potenziamento infrastrutturale, adeguando la rete ed attivando i quattro potabilizzatori già realizzati ma non ancora in funzione (Vomano, Pescara, Gizio e Trigno), puntare sulla sensibilizzazione dei cittadini-utenti, rivedere le competenze gestionali. I fondi ci sono, anche se quelli relativi al Docup sono stati in serio pericolo. Dall'ultima emergenza idrica di sei anni fa, investimenti ne sono stati fatti pochi.
Degli oltre 30 milioni di euro destinati agli Ato ne sono stati spesi poco più di tre milioni e 600 mila euro (appena il 12,3 per cento).
«Bisogna - ha quindi ribadito Srour - programmare seriamente e razionalmente i lavori da fare affinchè un'ipotetica emergenza estiva non ci trovi impreparati».
Attualmente c'è un gap con la portata media stagionale degli anni precedenti di -1.076 litri al secondo (14,2 per cento).
Nei mesi più caldi si potrebbe aggirare intorno al 25 per cento. Per l'assessore, pertanto, «meglio soluzioni ragionate con effetti a lungo termine che temporanee soluzioni tampone dalla discutibile efficacia».

«REGIONE DALL’ALTO POTENZIALE IDRICO MA… "FACCIAMO ACQUA DA TUTTE LE PARTI"»

«Siamo una regione dall'immenso potenziale idrico - ha ribadito Srour - eppure il nostro sistema distributivo soffre, di carenze strutturali, di deficienze gestionali, di scarsa cultura nell'utilizzo del bene. L'emergenza siccità che di fatto sta interessando, chi più chi meno, tutte le regioni italiane, è un fatto contingente inconfutabile. Ma l'inefficienza della nostra rete - ha aggiunto - è un problema annoso, degenerato col tempo. Ecco perchè questa Giunta sta lavorando su una riforma tout-court del ciclo idrico che dovrebbe portare, in prospettiva, a non dover più soffrire le emergenze che pure, nel contesto di un surriscaldamento del clima, potrebbero essere frequenti».

LA LEGGE DI RIORDINO DEGLI ATO

Per non limitarsi, quindi, a soluzioni tampone, Srour ha ricordato che è in fase di approvazione la legge di riordino del settore che avrà come punti cardine; a)la riduzione degli Ato con l'incorporazione di quello Peligno-Marsicano all'Aquila e di quello Lanciano-Vasto a Chieti (ogni Ato coprirà una popolazione di 300.000 abitanti); b) l'azzeramento dei costi politici sulla tariffa; c) l'istituzione di un'authority terza che vigilerà sull'operato degli Enti.
«La Regione - ha concluso Srour - dovrà riappropriarsi di un proprio ruolo. Se in passato ci fosse stato un qualche tipo di controllo, i quattro potabilizzatori non sarebbero rimasti inutilizzati per ritardi accumulati dalla Sanità nei rilievi sulle acque. Nè una qualche forma di autorità avrebbe consentito agli Enti gestori di essere in più occasioni colpevolmente inadempienti».

Fonte: PrimaDaNoi.it del 10-03-2007
Inserito da  casoli.org  il 10/03/2007 alle ore 17:44:18
Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Le tragedie umane non dipendono dalla brutalità del popolo cattivo, ma dal silenzio del popolo buono" (Martin L. King)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (54)
Beni culturali (38)
Calendario eventi (22)
Cinema (30)
Comune (240)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (75)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (439)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (46)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (196)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (84)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (6)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Ultimi commenti:
Online sociology essay writing...
08/06/2020 alle ore 09:18:15
Inserito da Sociology Assignment Writ
Il sindaco resta a casa, ma i ...
03/04/2020 alle ore 13:41:15
Inserito da nico menna
qual' è il protocollo di profi...
03/04/2020 alle ore 10:52:43
Inserito da H
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria

Valid xhtml 1.0 / css