News » Articolo
Inserito da Carmen il 18/02/2016 alle ore 10:21:31 - sez. AudioComune - visite: 2091 

Ascolta il Consiglio Comunale del 4 Febbraio 2016 
Variante al vigente Piano Regolatore Generale. Esame osservazioni e provvedimenti. Segue articolo.
Ascolta il Consiglio Comunale 4 Febbraio 2016

Audio correlati | Link correlati

Clicca sull'immagine per vedere le foto del Consiglio Comunale pubblicate in diretta

Salva il file mp3 sul tuo computer (412Mb - durata: 7 ore e 20 minuti)

Assente:  Travaglini Maria Concetta
 
Clicca qui per visualizzare la Convocazione e l'OdG»
 
Da 00:00:00 a 05:13:25
Esame, discussione e votazione delle 75 osservazioni dei privati
 
Da 05:13:30 a 06:38:00
Esame, discussione e votazione delle osservazioni dell'Ufficio Tecnico
 
Da 06:39:00 a 07:20:00
Discussione dell'impostazione generale della variante al PRG
 

AudioNotizia a cura di casoli.org

Di seguito un articolo riassuntivo con qualche commento che mette in risalto alcune problematiche affrontate durante la discussione

Il Consiglio Comunale del 4 Febbraio 2016 durato 7 ore e 20  minuti, terminando dieci minuti prima della mezzanotte, ha iniziato con l'esame, la discusisne e la votazione delle controdeduzioni dell'Ufficio Tecnico alle 75 osservazioni dei privati, per poi passare ad esaminare le segnalazioni dell'Ufficio Tecnico stesso, per correzione di refusi cartografici e integrazioni in alcune zone, per finire con la discussione sulla variante in generale, dove ogni consigliere di è espresso su determinate problematiche. I consiglieri di minoranza sull'impostazione generale della variante, hanno votato contro, perchè ritengono il PRG così rivisitato, "uno strumento urbanistico privo di un'impronta positiva per il nostro paese" ritenendo il tutto una semplice operazione  elettorale. Dopo l'approvazione delle osservazioni e dei provvedimenti in sede di Condilgio Comunale, la variante passerà in conferenza dei servizi prima della definitiva approvazione

OSSERVAZIONI DEI PRIVATI

Tra le 75 osservazioni private spicca una proposta nuova ed insolita fatta dalla signora Angela Fini nell'osservazione n. 10,  per un vincolo cimiteriale di tipo pubblico da apporre sulla propria particella in località Collelungo per la sepoltura di piccoli animali d'affezione categoria 1, onde poter assicurare la continuità del rapporto affettivo tra i proprietari e i loro animali deceduti, oltre a garantire la tutela dell'igiene pubblica. L'idea è stata ritenuta buona dal Consiglio Comunale, ma non è stato possibile approvare la proposta, in quanto in contrasto con la vigente normativa regionale per la realizzazione di cimiteri per animali. Altra proposta privata non accolta riguarda l'inserimento di alcune particelle attualmente agricole in zona "Impianti Sportivi". Anche in questo caso la proposta non è stata accolta dall'UT perchè i terreni si trovano in zona PAI a rischio frana "elevato". Alcune osservazioni sono state fatte per far tornare delle particelle in zone edificabili, altre per farle inserire per la prima volta dalla zona agricola normale, altre ancora, al contrario, per farle "declassare" in zona agricola normale, perchè non effettivamente edificabili per i vincoli del PAI, riducendo così anche gli oneri. Una osservazione riguardava la richiesta di riduzione della fascia di rispetto dell'area cimiteriale (parzialmente accolta); altre richieste riguardavano il passaggio di particelle attualmente in zona agricola E3 (Conservazione e Recupero Ambientale) in zona Agricola Normale E1; altre richieste sono state formulate per far tornare delle particelle in zona B3 di Completamento Urbano a Bassa Densità in zona B1 (Centro Urbano Edificato) come nel precedente PRG. In definitiva, tra le 75 osservazioni presentate: 56 sono state pienamente accolte, 15 sono state parzialmente accolte e 4 respinte.

OSSERVAZIONI DELL'UFFICIO TECNICO

Per quanto riguarda invece le osservazioni dell'Ufficio Tecnico a cura dell'Arch. Marcello Di Toro che ha redatto la variante, tra le correzioni dei refusi e le integrazioni inserite, ve ne è una rilevante che riguarda la zona archeologica di Cluviae suggerita dalla sottoscritta durante l'incontro pubblico tenutosi al Teatro Comunale il 21-09-2015. In poche parole, a livello cartografico, intorno alla zona archologica, è stata inserita una fascia di rispetto, per salvaguardare tutto ciò che ricade all'esterno delle mura dell'antico Municipio Romano e soprattutto là dove la Soprintendenza ha individuato già dal 1967 delle necropoli. Questa fascia è regolamentata dall’art. 14 delle NTA, dove al punto 14.4 dopo la lettera e) VINCOLO DEI BENI STORICO-ARTISTICI ED ARCHEOLOGICI, è stato aggiunto il seguente comma e-BIS

"Nella Fascia di Rispetto della’area assoggettata a Vincolo Archeologico di Cluviae, individuata nella Tav. n. 5n della Variante, prima dell’inizio dei lavori di qualsiasi intervento, compresi quelli su fabbricati esistenti o che prevedono la modifica dei luoghi, nonché per quelli semplice scavo e/o sbancamenti di terreno, previa comunicazione all’Ufficio Urbanistica ed edilizia privata del Comune, vanno eseguiti appositi saggi alla presenza di un dipendente dell’Ufficio Urbanistica che provvederà a redigere apposito verbale, debitamente sottoscritto dalle parti, corredata da planimetria di individuazione dei saggi e relativa documentazione fotografica."

Dentro questa fascia, l'Amminstrazione in fase di variante, aveva già provveduto a ridure le aree edificabili di tipo D esistenti che si trovano nel "vecchio" PRG a ridosso della perimetrazione della zona archeologica, che avrebbero continuato a compromettere una vasta zona da salvaguardare sotto il piano paesaggistico e da tutelare sotto l'aspetto monumentale e storico-culturale. Un garnde passo avanti dunque, che si spera trovi in futuro un riscontro anche a livello economico per valorizzare la zona con ulteriori scavi, altre opere di manutenzione e con un museo archeologico dove esporre i reperti.

La zona archeologica di Cluviae nella tavola n. 5n della zonizzazione in Piano Laroma Clicca sull'immagine per ingrandire

Altre modifiche che facilitano gli interventi in alcune zone, riguardano l'eliminaizone dei Comparti, sia nel capoluogo che nelle zone produttive, dove adesso gli interventi sono diretti e di conseguenza è stata eliminata anche la Superfice Fondiaria max nelle zone D3.

All'ora 05:44:29 si discute di un punto aggiunto all'articolo 45 delle NTA che riguarda le attrezzature scolastiche e che prende in considerazione il fatto che quelle zone possono cambiare desinazione d'uso senza passare per una ulteriore variante al PRG da approvare.
La discussione ovviamente si è subito incanalata verso il problema della struttura del polo scolastico rimasta incompleta al Campo Boario, dove Ezio Tilli ha espresso le sue perlessità a riguardo dicendo che è una strategia per ovviare a delle scelte sbagliate fatte in passato. Il Sindaco De Luca ha risposto di avere le idee molto chiare invece a riguardo "Tant'è che il Comune ha  risposto ad un  Bando Regionale ancora in attesa di riscontro".

Il punto aggiunto per le attrezzature scolastiche è il seguente:

"45.2 - Nel caso di dismissione di immobili già destinati ad attrezzature scolastiche e della cessione degli stessi, da parte degli Enti Pubblici,  a privati, ove siano verificate le caratteristiche di legge, detti immobili possono assumere destinazioni d’uso diverse qualora compatibili con il contesto in cui vengono a ricadere."

In poche parole se la struttura non viene più completata ed usata come scuola, passa automaticamente in zona B1 perchè è quella residenziale più vicina all'area in questione.

DISCUSIONE SULL'IMPOSTAZIONE GENERALE DELLA VARIANTE 

Per quanto attiene alla discussione sull'impostazione generale della varinate al PRG, De Luca ha detto: "la variante prevede una riduzione di 860.000 mq di aree edificabili, soprattutto ricadenti in zone a rischio frane e alluvioni (zone rosse e gialle già ritenute inedificabili dalla PAI - Pianodi Assetto Idrogeologico), questo, non solo per ridurre il consumo del suolo tutelando così meglio quello agricolo, ma anche per ridurre le tasse a quei cittadini costretti a versare degli onori per dei terreni ritenuti edificabili, ma che in realtà per via del PAI non sono più utilizabili ai fni edificatori, anche se ciò comporterà una perdita di 60.000 euro all'anno per le casse comunali".

Secondo il consigliere Tilli, nella variante non ci sono scelte nuove e determinanti fatte dall'Ente per la parte pubblica. "Questa piccola variante - ha detto - non è altro che uno strumento di taratura per ovviare al delle mutate esigenze economiche. E' carente di strategie urbnaistiche,  tutto rimane invariato." 

Duro il parere del consigliere Lamelza, che giudica la variante semplicemente "un'operazione di adeguamento burocratico e di recepimento delle aspettative dei singoli cittadini". Aggiungendo ancora:  "Ridurre le zone edificabili è un'operazione positiva per una situazione di emergenza come quella che si ta vivendo ora, ma in linea gnerale, rappresenta il fallimento di una politica economica che ha portato il cittadino a privarsi del proprio bene che un giorno potrebbe tornare utile per i propri figli, quindi, nell'emergenza è positivo, ma globalmente è negativo, perchè un cittatdino si libera di aspettative future."

"Questa variante - ha continuato Lamelza in consiglio -  ha agevolato solo quei cittadini che hanno avuto l'opportunità di fare una richiesta e basta. Questo piano regolatore è stato fatto dal cittadnino! Ma il Piano Regolatore non lo deve fare il cittadino! Il PRG lo deve fare l'amministrazione, perchè è lo strumento principale dell'economia di un paese, è quindi l'amministrazione che deve dare un idirizzo con vocazione, turisctica o agricola, agevolando tutte quelle attività che in futuro potranno susseguirsi. Dire che abbiamo agevolato i cittadini che hanno fatto delle richieste, per me è una cosa riduttiva che non ha senso! - ha ribadito Lamelza - Questa variante generale manca di tutto quello che avrebbe dovuto avere, perdendo l'occasione di lasciare un'impronta positiva a questo paese. Io ritengo questa vostra operazione una semplice operazione  elettorale!"

"Voi - ha detto ancora Lamelza rivolgendosi al sindaco De Luca e alla maggioranza - vi vantate di portare avanti un discorso sulla salvaguardia del patrimonio edilizio esistente, con la politica della riduzione del consumo del suolo e di conseguenza della tutela delle zone agricole e del suolo edificato,  ma allo stesso tempo avete già fallito in tale operazione, perchè non siete stati attenti neppure a quelle emergenze rurali architettoniche presenti nel nostro territorio". Facendo così riferimento a quei piccoli "borghi"  abbandonati sparsi nel nostro paesaggio rurale, tanto cari agli inglesi, costituiti da insiemi di ruderi da recuperare con un certo criterio, sui quali, però, non sono state fatte scelte di alcun tipo.

ALCUNE MIE CONSIDERAZIONI 

A proposito di tutela dell'uso del suolo, l'esempio più eclatante di una mancata oppportunità in tal senso, si trova su "Collemelchionne", dove tre ditte hanno richiesto di far eliminare dalle loro particelle, l'attuale zona di Conservazione e Recupero Ambientale (zona E3 colorata di verde) per farle ricadere in Zona Agricola Normale (E1), al fine di poter realizzare delle opere, così come si fa in qualsiasi altra zona agricola, e, dove un domani, nessuno potrà escludere (e quindi evitare) l'insediamento di una nuova costruzione (abitazione o annesso agricolo che sia) se si è in possesso dei requisiti richiesti per le zone agricole, lo testimoniano fatti analoghi che si sono già verificati su altre colline boschive casolane. Tuttto ciò, visto che le richieste sono state accolte, genera sullo stesso colle, un complesso non omogeneo di aree (alcune già "intaccate" da forzature urbanistiche fatte in passato), che si alternano a macchia di leporardo tra la E3 e la E1, senza una logica, un allineamento, una continuità, anzi, addirittura una fila di ruderi in sommità del colle, viene tagliata in due, trovandosi a cavallo tra le due zone E, facendo perdere l'ennesima occasione a chi volesse acquistare tutti i ruderi, di fare un recupero globale, unitario e integrato. A votare a favore a queste tre richieste (già accolte favorevolmente dall'UTC), è stata anche la minoranza, che tanto si è affannata e "scandalizzata" per alcune mancate scelte della maggioranza volte alla conservazione, alla tutela del suolo e al recupero dell'esistente. Parlarne solo non serve a nulla se poi non si è coerenti e non si ha abbastanza fegato nel dire no al momento della votazione per non "urtare la suscettibilità" di un privato! Le chiacchiere le sanno fare tutti, i fatti invece pochi!

Una collina o è tutta zona di Conservazione e Recupero Ambientale perchè costituita da "aree che rappresentano nel paesaggio di Casoli un elemento di grande rilevanza ambientale" (come è scritto nella variante al PRG nell'articolo 41)  o è tutta Zona Agricola Normale ed è l'Amminitrazione Comunale, d'ufficio, a dover decidere dove iniziano e/o finiscono la E1 e la E3, compatibilmente alla morfologia del terreno, al tipo di vegetazione o coltivazione, al Vincolo Idrogeologico e Forestale e delle previsioni del Piano Paesistico Regionale. Tutto questo, al fine di scongiurare scempi, oppure per far sì che anche altri privati possano usufruire delle stesse opportunità nelle aree contigue e quindi avere nella zona collinare un tipo di intevento omogeneo e non a scacchiera, se si decide di stralciarla per buona parte dal vincolo (perchè è un vincolo!) della E3. Si spera che al momento della Conferenza dei Servizi, gli Enti preposti facciano il loro dovere prima dell'approvazione definitiva!

Purtroppo esempi del genere ed altri casi non elencati, ci testimoniano che il privato continua a vincere sul pubblico, redigendo il PRG al posto dell'Amministrazione, a discapito di altri cittadini più fiduciosi nelle istituzioni e meno "scaltri" e di un territorio che ormai sta letteralmente morendo perchè già privato di tanti servizi e strutture, senza i collegamenti adeguati a due città provinciali più vicine, senza una reale prospettiva per il futuro, senza una connotozione di alcun tipo, nè turistica (che potrebbe essere sfruttata con le risorse ambienatli, culturali e archeologiche che abbiamo e che altri paesi non hanno), nè commerciale (visto che le attività tendono a ridursi per le troppe tasse e le mancate agevolazioni), nè produttiva-artigianale per gli stessi motivi e, forse, neppue agricola. Ma la colpa è sempre anche del cittadino, spesso assente o troppo impegnato a "coltivare il proprio orticello" lasciando fare alle amministazioni che si susseguono il bello e il brutto tempo a prescindere dal colore politico di appartenenza. (Maria C. Ricci)

La situazione su "Collemelchionne" - Clicca sull'imagine per ingrandire

Collemelchionne da GoogleMaps - Clicca sull'imagine per ingrandire

Area commenti di FaceBook
Nessun commento inserito.

Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a un altro uomo. La vera nobiltà sta nell'essere superiore alla persona che eravamo fino a ieri". (Samuel Johnson)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< gennaio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
24
26
27
28
29
30
31
   
             
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (51)
Beni culturali (36)
Calendario eventi (21)
Cinema (30)
Comune (232)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (72)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (436)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (45)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (194)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (82)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (5)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020

Ultimi commenti:
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria
La famiglia Talone ringrazia v...
06/09/2018 alle ore 09:36:58
Inserito da La moglie
Vorrei macinare del grano soli...
11/06/2018 alle ore 20:56:03
Inserito da fioravante scamuffa
correggo 15 lt pro capite, è p...
23/01/2018 alle ore 09:58:52
Inserito da j

Valid xhtml 1.0 / css