News » Articolo
Inserito da Redazione il 06/12/2016 alle ore 18:10:09 - sez. Ambiente - visite: 1806 

Casoli tra i Comuni ricicloni d'Abruzzo
Oggi il Comune di Casoli ha avuto il premio 'Comune Riciclone d'Abruzzo' edizione 2016, presso la sede della Provincia di Pescara. Oltre al Comune, saranno premiati anche i cittadini con qualche euro in meno da pagare?
  Casoli tra i Comuni ricicloni d'Abruzzo
Link correlati 

Clicca sull'immagine per ingrandire


Nato nel 1994, Comuni Ricicloni è un appuntamento consolidato a cui aderisce un numero sempre maggiore di Comuni, che vedono nell’iniziativa di Legambiente un importante momento di verifica e comunicazione degli sforzi compiuti per consolidare la raccolta differenziata e un sistema integrato di gestione dei propri rifiuti. Patrocinato dal Ministero per l’Ambiente, premia le comunità locali, amministratori e cittadini, che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti: raccolte differenziate avviate a riciclaggio, ma anche acquisti di beni, opere e servizi che abbiano valorizzato i materiali recuperati da raccolta differenziata. Con l’edizione 2016 del concorso è stato posto l’accento sui Comuni ‘Rifiuti Free’, cioè a bassa produzione di rifiuto indifferenziato destinato a smaltimento. Le classifiche sono stilate su base regionale. Per ogni regione sono stati definiti i vincitori assoluti per tre categorie: Comuni sotto i 10.000 abitanti, sopra i 10.000 abitanti e Comuni capoluogo. A questi premiati, si aggiungono i vincitori per ogni categoria merceologica di rifiuto e i vincitori della speciale categoria “Cento di questi consorzi” dedicata alla miglior raccolta su base consortile.

Anche Casoli è tra i Comuni ricicloni d'Abruzzo, a ricevere il premio questa mattina a Pescara nella sede della Provincia, c'era il primo cittadino Massimo Tiberini. La premiazione dei vincitori è stata presentata da Laura Brambilla, responsabile Legambiente per la campagna. La classifica finale vede in testa il Comune di Balsorano, con oltre il 94, 09% di raccolta differenziata. "Casoli è stata premiata grazie alla collaborazione di tutti i cittadini - ha detto il sindaco Tiberini - L'obiettivo che ci poniamo è migliorare le nostre prestazioni in materia di raccolta differenziata per il rispetto dell'ambiente, per un futuro migliore e più sostenibile"

A questo punto, visto che gli sforzi per una corretta raccolta dipende molto anche dalla sensibilità dei cittadini, ci auspichiamo che, oltre ai ringraziamenti e al giusto obiettivo di migliorare i servizi, come premio, vengano abbassate le tasse, questo, anche per invogliare gli utenti ad effettuare una raccolta ancora più scrupolosa in favore dell'ambiente.

Area commenti di FaceBook
 n. 1 
MONICA E SIMONA: i sensori che monitorano l’inquinamento dell’aria e delle acque reflue

L'ENTE

L’ENEA è l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile ed è la seconda maggiore istituzione nazionale per la ricerca, con oltre 2700 dipendenti in 9 centri su tutto il territorio. Le sue attività riguardano, in particolare: Efficienza energetica, Fonti rinnovabili, Nucleare, Ambiente e clima, Sicurezza e salute, Nuove tecnologie, Ricerca di Sistema Elettrico.

L’ENEA mette a disposizione del sistema Paese competenze multidisciplinari e una consolidata esperienza nella gestione di progetti complessi, svolge attività di ricerca di base, mission oriented e industriale avvalendosi di impianti sperimentali, laboratori specializzati, strumentazioni di eccellenza; sviluppa nuove tecnologie e applicazioni avanzate; fornisce a soggetti pubblici e privati servizi ad alto contenuto tecnologico, studi, misure, prove e valutazioni; svolge attività di formazione e informazione e di trasferimento dei risultati ottenuti.

Il Centro Ricerche ENEA di Portici è situato sul golfo di Napoli, a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria di Portici. Si estende su una superficie di 27.000 m2 ed ospita circa 150 dipendenti.

IL PROGETTO

I progetti MONICA (MONitoraggio Intelligente e Cooperativo dell’Aria) e SIMONA (Sistema Integrato per il MONitoraggio delle Acque) dell’ENEA nascono per tenere sotto controllo la qualità atmosferica e delle acque reflue. I due progetti sfruttano gli Smart Cyber Physical System: sistemi informatici che, attraverso differenti sensori, sono in grado di interagire con l’ambiente, di elaborare i dati registrati e di inviarli a un server centrale. Questi sensori possono essere installati sul territorio, ma anche montati su oggetti di uso comune in modo tale da coinvolgere la cittadinanza.

- Progetto MONICA
MONICA è un multisensore portatile che agisce mentre il cittadino è in movimento. Si tratta di un dispositivo (di circa 80-100 grammi) che si può attaccare a uno zaino o sul manubrio della bicicletta e che funziona come una vera e propria stazione mobile di analisi della qualità dell’aria. I dati relativi all’esposizione personale agli inquinanti atmosferici vengono registrati dai sensori e sono consultabili dal cittadino grazie a un’applicazione per smartphone. Con questo sistema le informazioni raccolte sono georeferenziate e inviate a un server centrale dell’ENEA che integra tutti gli input e crea

un’immagine ad alta risoluzione della qualità dell’ambiente cittadino. Con i sistemi di rilevamento classici non si riesce a ottenere una mappa precisa perché in città le concentrazioni di inquinanti possono variare significativamente a distanza di poche decine di metri e le stazioni di monitoraggio fisse sono poco numerose. Con i rilevamenti dei singoli sistemi mobili, invece, è possibile stabilire quali siano le aree più inquinate, aumentando la possibilità per i cittadini e per le istituzioni di reagire rapidamente con eventuali misure di emergenza, o con la messa a punto di piani territoriali e di gestione del traffico ad hoc. Il progetto ha anche l’obiettivo di stimolare la partecipazione e la cooperazione della cittadinanza (che diventa produttrice attiva di informazioni) e di favorire la comunicazione tra cittadini e pubblica amministrazione. L’iniziativa è testata da circa un anno all’interno dei circuiti di ricerca dell’ENEA. A breve si passerà alla fase pilota del progetto che coinvolgerà una municipalità. Il sistema, prodotto in serie, vuole essere accessibile: avrà un costo inferiore ai 100 euro e sarà maker friendly (con progetto open source) così chiunque potrà riprodurlo a casa a partire da componenti a basso costo.

- Progetto SIMONA
Il sistema SIMONA nasce per tenere sotto controllo della rete delle acque reflue. Si tratta di un insieme di sensori distribuiti lungo i condotti fognari che consente un monitoraggio pervasivo e permette di prevedere e ricostruire il percorso di eventuali sostanze nocive, individuando la probabile fonte di immissione. Il sistema ha l’obiettivo di impedire che reflui non trattabili arrivino al depuratore, compromettendo la sua funzione e sversando le acque inquinate nei fiumi, nei laghi e nel mare.
I sensori utilizzati all’interno del progetto sono di diversi tipi:

Sensori di monitoraggio degli sfioratori: i sistemi fognari urbani sono dotati di sfioratori, “vie d’uscita alternative” utili in caso di forti temporali per evitare che i condotti si intasino a causa della grande quantità di acqua che si riversa nelle fogne. I reflui che, durante le precipitazioni, vengono immessi nell’ambiente esterno attraverso questi canali di emergenza non passano dal depuratore: tuttavia - essendo diluiti dalle acque piovane - non risultano pericolosi per la salute delle persone e per il territorio. In caso di mancata manutenzione del sistema fognario o di ostruzioni temporanee, può capitare però che il livello delle acque fognarie si alzi anche in periodi asciutti, provocando la fuoriuscita di reflui non depurati. I sensori, posizionati in corrispondenza degli sfioratori, consentono di monitorare in tempo reale la situazione e di lanciare l’allarme in caso di anomalia.
Sensori di monitoraggio qualitativo-quantitativo delle acque: dispositivi di controllo che sono installati nei condotti direttamente, anche a contatto con l’acqua. Questi sensori (chimici, ultrasonici, infrarosso ed a ultravioletto) sono in grado di rilevare diversi parametri fisico-chimici e di esaminare la composizione dei reflui.
Questi dati, inviati a una centralina, rendono possibile la realizzazione di un modello previsionale che consenta al gestore di sapere quando i reflui non trattabili giungeranno al depuratore e di mettere in campo procedure di emergenza. Inoltre, partendo dalle informazioni registrate dai sensori, i ricercatori hanno messo a punto un algoritmo che permette di capire in che punto della rete sia stato immesso il refluo anomalo. SIMONA è testato da qualche mese nel sistema fognario di Massa Lubrense (Napoli).

I BENEFICI

I progetti MONICA e SIMONA, messi in campo dall’ENEA, permettono di raccogliere, condividere e centralizzare dati utili per realizzare politiche di salvaguardia della salute pubblica, di miglioramento della qualità della vita e di tutela ambientale. Le iniziative si propongono di sensibilizzare aziende potenzialmente impattanti sul territorio e hanno l’obiettivo di coinvolgere in processi partecipativi la cittadinanza, migliorando il dialogo tra i singoli e la pubblica amministrazione.

Inserito da  ?  il 09/12/2016 alle ore 08:41:20
Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Se non diremo cose che a qualcuno spiaceranno, non diremo mai la verità" (Pino Scaccia)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< ottobre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
             
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (54)
Beni culturali (38)
Calendario eventi (22)
Cinema (30)
Comune (240)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (75)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (438)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (46)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (196)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (84)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (6)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020

Ultimi commenti:
Online sociology essay writing...
08/06/2020 alle ore 09:18:15
Inserito da Sociology Assignment Writ
Il sindaco resta a casa, ma i ...
03/04/2020 alle ore 13:41:15
Inserito da nico menna
qual' è il protocollo di profi...
03/04/2020 alle ore 10:52:43
Inserito da H
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria

Valid xhtml 1.0 / css