News » Articolo
Inserito da Redazione il 21/07/2017 alle ore 18:47:26 - sez. Ospedale - visite: 2102 

Quella colonnina SOS davanti al PPI di Casoli che sta facendo tanto discutere
Sono al primo posto sui social e sui media, i numerosi interrogativi inerenti la presenza della colonnina d'emergenza davanti al PPI. Il Sindaco di Casoli Massimo Tiberini invita a non creare falsi allarmismi e risponde agli attacchi della minoranza
Quella colonnina SOS davanti al PPI di Casoli che sta facendo tanto discutere

Massimo Tiberini: "La Asl ci ha assicurato che il PPI continuerà a fuzionare H24 e la colonnina SOS attualmente installata non sostituirà in alcun modo il personale del 118. Anzi, sarà utile a chiamare con tempestività una ulteriore ambulanza nel caso quella di servizio fosse fuori per un’altra emergenza, a tutto vantaggio della comunità locale"

News correlate | Video correlati | YouTube | Audio correlati | Foto correlate | Rassegna Stampa | Web Link

Con un tono critico e severo, soprattutto verso l'attuale amminitrazione regionale, a lanciare l'allarme per primo sull'eventuale ridimensionamento da H24 ad H12 del PPI di Casoli, è stato Mauro Febbo (FI) appena dopo qualche giorno dalla collocazione della colonnina, ed è subito scoppiata la polemica, non solo tra i cittadini e le varie forze politiche, ma anche tra lui e l'Assessore Regionale alla Sanità Silvio Paolucci che, attraverso la stampa, ha replicato agli attacchi di Febbo, ripercorrendo un po' la storia della sanità ed incolpando principalmente il CD per la chiusura dei piccoli ospedali, assicurando allo stesso tempo, che dopo l'apertuta del PTA e il potenziamento di altri settori, nessun altro servizio è stato ridotto. Nel frattempo però, non ha ancora dato nessuna risposta concreta alle domande poste in relazione alla presenza delle colonnine di emergenza e sul futuro dei PPI,  sia di Casoli che di Gissi.  Non ci risulta inoltre, che la Asl abbia finora fatto un comunicato pubblico agli Enti, aggiornandoli sulla situazione e sulle future decisioni che riguardano la sanità locale.

Su "il Centro", del 18 Luglio 2017, abbiamo letto che, a subire probabilmente un ridimensionamento, saranno solo i PPI di Casoli e di Gissi, i quali passeranno a lavorare solo 12 ore al giorno, quindi chiusi nelle ore notturne. Ma si legge anche che nei due ex ospedali rimarranno attivi 24 ore al giorno il 118 e la Continuità Assistenziale (cioè la Guardia Medica) e, sempre secondo l'articolo, l'eventuale ridimensionamento dei PPI, sarà deciso nella riunione, in programma a fine Luglio, del Comitato Regionale Emergenza Urgenza come adempimento per quei Punti di Primo Soccorso che effettuano meno di seimila accessi l’anno.

I seimila accessi l'anno, il PPI di Casoli li supera abbondantemente, anche perchè il suo bacino d'utenza è superiore al PPI di Guardiagrele (che serve tra l'altro, un territorio che è anche ben collegato all'ospedale di Chieti). Allora viene spontaneo pensare, che se le colonnine nei due ex ospedali sono state fissate prima ancora che si riunisca il Comitato Regionale Emergenza Urgenza per deciderne l'attivazione o meno, significa che la riduzione da H24 a H12 del PPI di Casoli è stata già programmata e manca solo quell'atto amministrativo che l'autorizza! Se tutto ciò dovesse verificarsi, potremo presto dire che si è trattata di una manovra ben studiata a tavolino! Una manovra che mira a farci diventare sempre di più un teritorio legato a Lanciano, anche in vista della costruzione del nuovo ospedale tanto voluto da Mario Pupillo (sindaco di Lanciano e Presidente della Provincia di Chieti) per la sua cara cittadina, nella stessa area dove sorge oggi la struttura esistente, quindi: neppure più vicino a noi, come alcuni molto intelligentemente suggerivano di fare. E così, dobbiamo scegliere tra un ospedale soffocato in una città a circa 30 Km da noi, oppure altri ospedali, raggiungibili solo se riusciamo a percorrere, sani e salvi, le vie disastrate che ci circondano.

In merito al polverone sollevato dal CD,  il Sindaco di Casoli si è espresso con un comunicato che invita a non strumentalizzare la presenza delle colonnine SOS davanti al PPI "facendo sciacallaggio e creando allarmismi attraverso la diffusione di notizie false."
"Il PPI (Punto di Primo Intervento) di Casoli - precisa  Tiberini sul web (leggi l'articolo) e in un comunicato inviato anche alla stampa - continua a svolgere normalmente la sua attività H24 e continua a garantire il servizio compreso sabato, domenica e festivi. Il servizio di 118 continua ad essere regolarmente presente H24 e non viene sostituito da alcuna colonnina."
La sua risposta nasce in seguito alle numerose polemiche scoppiate dopo la notizia data da Febbo e dopo il manifesto del Gruppo Consiliare CasoliFutur@, dove si legge che le colonnine sotituiranno nelle ore nottune e nei giorni festivi il personale sanitario del 118.

"Per una corretta e doverosa informazione, - dice ancora il Sindaco Tiberini nel comunicato - si precisa che presso il PTA di Casoli dalla chiusura dell’Ospedale avvenuta nel 2010 ad opera di taluni, sono state realizzate nuove attività, nonché potenziati i servizi erogati a beneficio dell’intero territorio Sangro Aventino:  attivazione dell'ospedale di comunità di Casoli: una importante realtà al servizio di questo territorio con venti posti letto; nel corso del 2016, con soli 10 posti letto, sono stati ricoverati n. 304 pazienti del nostro comprensorio, con una degenza media di 14 giorni ed un tasso di occupazione dei posti letto del 125%; i dati di questa settimana: con una disponibilità di 20 posti letto sono ricoverati 18 pazienti, mediamente da 4 giorni. Un risultato che pone questa realtà ai vertici nazionali per strutture similari.

"Inoltre, -
continua Tiberini - sono state confermate le prestazioni dei medici che svolgono attività ambulatoriale nel PTA, rappresentatati dalle seguenti specializzazioni: Diabetologo, Ortopedico, Geriatra, Pneumologo, Centro Alzaimer, Reumatologo, Neurologo, Fisiatra, Ginecologo nonché aggiunte le seguenti specializzazioni: Endocrinologo, Otorino, Dermatologo e Urologo. Questa la realtà dei fatti, risultato di un’azione costante e coerente portata avanti con passione e determinazione"

"Le notizie false  - ci tiene a precisare il Sindaco - circa la sostituzione del personale sanitario 118 con le colonnine SOS provocano disorientamento e allarmismo causando, questo si, una possibile diminuzione del numero degli accessi da parte degli utenti del nostro territorio. Tale diminuzione di accessi potrebbe rischiare di non far raggiungere il requisito numerico minimo di prestazioni previsto dalla normativa di riferimento. Per questo invitiamo tutta la cittadinanza ad usufruire del PPI in tutte le occasioni in cui lo ritengono necessario, senza farsi condizionare da voci di corridoio che parlano di chiusura del PPI e sostituzione del personale con la colonnina SOS."

"A tal proposito - conclude - teniamo a precisare che la colonnina SOS attualmente installata non sostituirà in alcun modo il personale del 118. Anzi, sarà utile a chiamare con tempestività una ulteriore ambulanza nel caso quella di servizio fosse fuori per un’altra emergenza, a tutto vantaggio della comunità locale." Quest'ultime parole sono le dichiarazione della Asl fatte al Sindaco in questi giorni.

"Rispondo sulle cose che conosco - aggiunge il Sindaco replicando ad alcuni commenti su FB - e su quello che mi batto da sempre. Con sincerità e determinazione. Quello che posso fare lo faccio e mi batto. Con coerenza."

A questo punto, non ci resta che aspettare "l'ardua sentenza di fine Luglio" (se è vero ciò che dice "il Centro"), oppure sperare che tutto resti com'è e che la colonnina serva solo come aggiunta per chiamare ulteriori ambulanze, come ha detto la Asl al Sindaco.

Ultimo aggiornamento 22-07-2017 ore 09:50

Area commenti di FaceBook
Nessun commento inserito.

Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Se non diremo cose che a qualcuno spiaceranno, non diremo mai la verità" (Pino Scaccia)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (54)
Beni culturali (38)
Calendario eventi (22)
Cinema (30)
Comune (240)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (75)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (439)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (46)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (196)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (84)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (6)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Ultimi commenti:
Online sociology essay writing...
08/06/2020 alle ore 09:18:15
Inserito da Sociology Assignment Writ
Il sindaco resta a casa, ma i ...
03/04/2020 alle ore 13:41:15
Inserito da nico menna
qual' è il protocollo di profi...
03/04/2020 alle ore 10:52:43
Inserito da H
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria

Valid xhtml 1.0 / css