News » Articolo
Inserito da Redazione il 01/09/2009 alle ore 11:27:03 - sez. Ospedale - visite: 3602 

Un documento 'segreto' promuoverebbe i manager delle Asl abruzzesi
Sarebbe difficile giustificare il licenziamento di un manager che è partito da 100 milioni di deficit nel 2005 ed è arrivato in soli tre anni a meno di 45 milioni
Un documento 'segreto' promuoverebbe i manager delle Asl abruzzesi

Abruzzo - Un documento segreto, che abbiamo letto, fa giustizia del chiacchiericcio estivo sulle Asl che funzionano male dal punto di vista amministrativo e sui “Manager da cacciare”, come da promessa elettorale finora non mantenuta dal Centrodestra.
Si tratta della valutazione BSC (balance score card) che analizza circa 120 indicatori, oltre i dati di bilancio, e che dimostra che le Asl abruzzesi funzionano, che quella di Chieti è la migliore (addirittura è sotto di circa 5 milioni rispetto al tetto previsto dal Piano di rientro) e che anche le altre, milione più milione meno, sono riuscite a centrare gli obiettivi di risparmio imposti dal Governo.
A questo si aggiunge che il Commissario governativo Gino Redigolo, inviato in Abruzzo dai ministri Sacconi e Tremonti, ha approvato i Piani industriali delle Asl presentati da questi stessi Manager nominati dal Centrosinistra che con Del Turco ha firmato il Piano di rientro dai debiti, non più condiviso dalla maggioranza che oggi governa l'Abruzzo. Appare perciò del tutto inutile e solo destinato alla visibilità politica sotto gli ombrelloni il dibattito sollevato da alcuni esponenti regionali del Pdl per i quali la riduzione delle Asl da 6 a 4, cioè su base provinciale, è lo strumento per arrivare alla fine indolore del rapporto di lavoro con i manager nominati dal centrosinistra.

Come ben noto, in caso di rescissione anticipata dei contratti, le cause per risarcimento danni rischiano di salassare le già esauste finanze regionali: i contratti dei direttori generali sono ancora ben lontani dalla scadenza e non ci sarebbero le condizioni e i soldi per rescinderli anticipatamente, visto che gli obiettivi prefissati ed i risultati loro richiesti sono stati tutti ampiamente raggiunti.
Per restare alla Asl di Chieti, sarebbe difficile giustificare il licenziamento di un manager che è partito dalla gestione Conga con 100 milioni di deficit nel 2005 ed è arrivato in soli tre anni a meno di 45 milioni.
A meno che … sfogliare la margherita sui manager “lo caccio, non lo caccio, lo caccio” non sia servito a distogliere l'attenzione dal nuovo Piano sanitario regionale (che viene però confezionato a Roma e sarà pronto a fine settembre) e dai contenuti veri della sanità, cioè dall'assistenza e dai servizi che non sono affatto migliorati, come dimostrano le liste di attesa e le difficoltà per la mancanza di personale.
Nessuno, infatti, ha più parlato dei precari: eppure nel Piano industriale della Asl di Chieti, a pagina 3, si legge con chiarezza dei circa 1000 posti persi in pianta organica (si, proprio mille tra medici, infermieri, tecnici ed amministrativi che hanno perso il posto per le decisioni del manager Luigi Conga). E non si parla più nemmeno dei finanziamenti alla sanità che non arrivano, come si legge a pagina 4: secondo lo schema KPMG (l'advisor scelto dalla Regione per fare i conti alle Asl) il totale costi 2008 è di 383 milioni a fronte dei 388 programmati dalla Asl di Chieti, con un risparmio sostanzioso che va oltre il Piano di rientro.

Però la situazione del conto economico del bilancio evidenza una perdita di 45 milioni di euro, un deficit dovuto al fatto che i finanziamenti vengono erogati con quota capitale, cioè un tanto per cittadino e non secondo le prestazioni erogate.
Si tratta di un buco strutturale impossibile da colmare pur con tutti i sacrifici, i ticket, i tagli e gli accorpamenti imposti e che però potrebbe essere risolto dal nuovo finanziamento per costo standard sponsorizzato dal ministro Sacconi.
Su questo deficit però la Giunta regionale tace e lascia l'interpretazione della sua linea politica ai mugugni dei consiglieri di maggioranza.
I quali però procedono in ordine sparso, attenti a tenere buoni i loro elettori che da mesi aspettano lo spoil system nelle Asl (peraltro ritenuto illegittimo e inapplicabile da alcune sentenze della Corte Costituzionale) invece di approfondire la crudezza dei numeri e delle decisioni impopolari.
Come quelle che porteranno alla chiusura dei piccoli ospedali così come sono ora. Al massimo saranno tutti riconvertiti in cronicari (Rsa) e in sedi delle Utap, cioè dell'assistenza delegata ai medici di famiglia. Con buona pace di chi ha difeso i piccoli ospedali come servizio alla salute dei cittadini, senza però porsi il problema dei costi divenuti insostenibili se non ci saranno correttivi all'efficacia ed all'efficienza di questi ospedali. Insomma un formidabile e involontario assist all'opposizione di Centrosinistra che proprio su questi temi sta cercando di acquisire visibilità e ruolo perduti da tempo.

Fonte: www.primadanoi.it

Area commenti di FaceBook
 n. 1 
Difficile fermarli questi!!
I piccoli ospedali possiamo ritenerli ormai tutti chiusi!!
Che tristezza...
Inserito da  robin  il 01/09/2009 alle ore 12:05:23
 n. 2 
redigolo prima di venire in abruzzo era stato a risistemare la calabria!!!!!! I suoi risultati si iniziano a vedere,pero' sulla pellaccia della gente,poi c'e' sempre la corte europea sui diritti del malato,credo.Male che va l'ospedale nuovo c'e' lo facciamo con tutto il territorio S/A. S.P.A. LOCAL.E COMUNQUE I CONTI con il caos del turco si devono fini ancora a fa'.MI ricorda tanto quello che successe a craxi,alla fine e' venuto fuori alta finanza, soros, e privatizzaz.dei furbi a nord mordat..RIMANE ANCORA DA CHIARIRE CARTOLIZZ.!!!!!!!I SOLDI DOVE SO' ANDATI A FINI'????
Inserito da  local  il 01/09/2009 alle ore 12:24:24
 n. 3 
in cina ogni 20 min riescono a sollevare un piano di un grattacielo,qua in abruzzo milioni di debito sanitario.
Inserito da  e io pago  il 01/09/2009 alle ore 12:55:29
 n. 4 
e i soldi chi ce li da???? le LOCAL BANK, O IN ALTERNATIVA partito del sud alle prossime.
Inserito da  glocal  il 01/09/2009 alle ore 15:12:40
 n. 5 
Con Del Turco,la cui colpevolezza va ancora provata,tutti urlavano e sbraitavano,perchè oggi nessuno parla?ORA chiuderanno seriamente il nostro ospedale!!!!
Inserito da  Clash  il 04/09/2009 alle ore 16:41:42
 n. 6 
redigolo prima da noi è stato in calabria dove ha tagliato indiscriminatamente come ora in Abruzzo.Di Medicina non capisce niente ed è solo un misero burocrate che prima di andarsene taglia ai piccoli ospedali senza sapere nemmeno dove sono.I casi di malasanità in Calabria ed in Abruzzo sono dovuti al fatto che gli ospedali,specie quelli piccoli,sono stati ridotti ai minimi termini sia come personale ed attrezzature.Infatti chi considera questi 2 parametri come unici tagli per risparmiare non capisce niente di Sanità e non reca un buon servizio alla collettività.Ecco perchè Commissario e manager vanno subito allontanati dal loro incarico!Questa si che sarebbe la forma di risparmio più seria e consistente per le povere casse dello Stato!
Inserito da  natale pierluigi  il 07/09/2009 alle ore 11:24:40
 n. 7 
scusate, qualcuno ha visto o sentito il sindaco di Fara San Martino Tavani?
Inserito da  up  il 07/09/2009 alle ore 23:56:16
 n. 8 
Il Sindaco Tavani si trova a Las Vegas, perchè anche lì c'è un ospedale da difendere. E non permettetevi più di fare gratuite illazioni.
Inserito da  Marco  il 08/09/2009 alle ore 08:14:50
 n. 9 
News: il sindaco Tafano è volato da Las Vegas a Brazzaville (Congo) per difendere il locale ospedale dall'attacco dei pigmei.
Inserito da  grebb  il 09/09/2009 alle ore 19:02:34
 n. 10 
e falla finita
Inserito da  glocal  il 09/09/2009 alle ore 19:41:59
 n. 11 
Come vi permettete di scrivere queste cose sul capopopolo (ex) Tapano? Che ingrati!
Inserito da  pepp  il 09/09/2009 alle ore 20:34:44
 n. 12 
E' ora di finirla con i vari Tavani, i vari De Luca, ecc... ecc....
Non avete ancora capito che nessuno comanda più nulla qui da anni?
Tutto è in mano a chi detiene il potere e al Dio denaro!!!
Hanno tagliato di qua e di là, hanno fatto tutto ciò che hanno voluto e se ne infischiano dei vari comitati e dei vari sindaci e politici che protestano!!
Questi vanno avanti senza guardare in faccia da anni a nessuno!! Possibile che nessuno se n'è accorto prima???!!!!
Il poetre deve tornare in mano al popolo!! Qui ci vuole una rivolta!!!
Altro che assemblee, consigli comunali eccetera!!! A questi con queste chiacchere gli facciamo un baffo e se la ridono pure...
Inserito da  poveri noi  il 10/09/2009 alle ore 10:30:27
 n. 13 
News: dopo aver sconfitto i pigmei, Tafano è volato da Brazzaville a Samarcanda: anche da quelle parti vogliono chiudere un ospedale e lui, da esperto opportunista, ha preso il comando della resistenza.
Inserito da  grebb  il 10/09/2009 alle ore 12:31:24
 n. 14 
seguito da una delegazione di politici local attapirati!!!!! dalle ultime Provinciali,accompagnati in veste istituzionale da "CENERENTOLA E IL CAPO OPP. DEI 7 NANI" Ebbene mi pare proprio che abbiamo trovato un capo espiatorio ai ns problemi.E si la colpa e' di tavani, il popolo e' soddisfatto,ma il problema rimane per tutti,nessuno escluso a sto' giro .Non si intravvedono ne soluzioni ne cervelloni all'orizzonte.Chiamiamo il berlusca,lui si si che e' un ristrutturatore,un uomo risolutivo,tanto e' qui' in abruzzo,gli si chiede consiglio almeno.
Inserito da  envious  il 10/09/2009 alle ore 13:07:45
 n. 15 
ma che c***o gli frega al nano malefico degli ospedali in Abruzzo!!! A lui interessano esclusivamente le sue aziende...capito?? Scusate lo sfogo ma continuare ad aver fiducia nell'ex piduista di Arcore mi sembra una grandissima stron..ta!!
Inserito da  fra  il 10/09/2009 alle ore 19:44:51
 n. 16 
a dicembre 30000 persone avranno un tetto dignitoso all'aquila,ma,si apre un'altra emergenza,30/40/50000 pazienti sfrattati dagli ospedali abruzzesi.Tutte a lui seccedono,mannaggia.
Inserito da  envious  il 10/09/2009 alle ore 22:40:48
 n. 17 
venturoni e' stato quasi piegato nella visione di nuove strutture sul territorio,via i vecchi presidi ormai obsoleti,nuove strutture moderne e piu accentrate sul territorio,adesso tocca fallo capi' al popolo e ai sindaci locali, che le strutture attuali sono ormai OBSOLETEEEEEEEE
Inserito da  glocal  il 11/09/2009 alle ore 08:50:47
 n. 18 
Prima di chiudere alcuni ospedali occorre integrare i posti letto negli ospedali che rimarranno. Alcuni di questi, oltre che essere obsoleti, non hanno nemmeno la capacità di poter ospitare altri posti letto. I soldi per fare nuovi ospedali o ampliare quelli esistenti non ci sono. Una riorganizzazione seria della sanità abruzzese che tenga conto dei bisogni del territorio e delle sue genti non si vuole fare. Allora tra qualche anno ci sarà il si salvi chi può, con l'amara conclusione che nuovamante la politica ha fallito in questo settore.
Inserito da  Casolano  il 11/09/2009 alle ore 13:32:03
 n. 19 
pero' se io alieno le vecchie strutture,tipo atessa e casoli qualcosa ne ricavo,e secondo me sotto l'aspetto immobiliare ne ricavo molto,per poi investire su una nuova struttura.E' un investimento come un'altro,anzi secondo me e' pure coperto dalla vendita o da una RENDITA delle vecchie strutture o dei siti.Personalmente sul nostro piccolo territorio farei una multiutilities:energia gas elettr. fotov. solare,,telecomunicazione,strade,sanita',acque,prodotti agricoli, una local SPA,ma questa e' una faccenda per i romagnoli ecc ecc,noi nu ce la famo,ma almeno salviamo il nostro °°°o.
Inserito da  glocal  il 11/09/2009 alle ore 14:16:24
 n. 20 
ma il capopopolo Tavano che fine ha fatto? Dopo la poltrona in provincia si è dileguato...
Inserito da  grebb  il 14/09/2009 alle ore 19:16:53
 n. 21 
glocal
buone le tue idee...ma secondo te queste cose le possono capire questi 60enni incravattati con la cultura e il QI di un bradipo?
Inserito da  oregon  il 15/09/2009 alle ore 06:53:25
 n. 22 
i 60enni ormai sono troppo piegati alla cultura delle segreterie centrali dei partiti,trascurando totalmente le esigenze di un territorio che ha bisogno di innovarsi, e della popolazione.Guardi per esempio la provincia,non si muovera' nulla fino a quando non avranno trovato un accordo sulle prossime regionali in ambitoi nazionale,vedi casini ecc,lega ecc,un ricatto.In fututro l'europa fara' leggi,gli stati centrali nazionali le controlleranno,le regioni quelle piu' virtuose s'intende,le useranno,poi ci saranno i comuni,e' impossibile filtrare ancora con le provincie o comunita' mont.ed enti vari,sarebbe una babilonia non le pare?invece un territorio ben attrezzato con i conti a posto potrebbe fare molto di piu' di quello che noi immaginiamo,ma soltanto dimostrando con i conti e rendite varie che il territorio puo' creare.La invito a seguire quello che fanno nel nord italia per queste cose vedi multiutilities ecc ecc,e' una difesa del territorio e dell' economia locale,ma si deve dimostrare soltanto con i conti e le rendite,piccole ma pur sempre rendite.Rischiamo di far confluire le ns rendite nelle multiut. del nord e non c'e' ne stiamo accorgendo,anzi le diro' di piu' su in europa addirittura si parla di accorpare anche delle regioni,tipo marche abruzzo unica regione.
Inserito da  glocal  il 15/09/2009 alle ore 11:49:58
 n. 23 
glocal
eri partito bene ma ti sei perso per strada!
territorio, multiutilities...lo stesso standard da parolaio dei nostri amati panzoni incravattati!!
buona vita
Inserito da  oregon  il 15/09/2009 alle ore 14:43:07
 n. 24 
invece dimmi tu quello che pensi in realta'
Inserito da  glocal  il 15/09/2009 alle ore 15:38:25
 n. 25 
che penso? Penso che siamo messi male, brancoliamo nel buio e ognuno pensi per sé, chi può, e gli altri testa bassa e pedalare!
Pax
Inserito da  oregon  il 15/09/2009 alle ore 18:29:59
 n. 26 
e' un po poco per farmi la ramanzina,proponi tu adesso,io ti seguo. Stasera possiamo vedere in televisione come si agisce per il bene comune,e soprattutto di vedere la vera dinamicita' nell'affrontare i problemi,quelli seri chiaramente,e soprattutto imparare qualcosa che potrebbe servire ad aprire la ns testolina e a stimolare qualche neurone un po' troppo assistenzialista. Ahooo non scrive piu' nessunooooo siete gia' tutti in prima fila,bene bene e' gia' un grande passo per la ns evoluzione.
Inserito da  glocal  il 15/09/2009 alle ore 19:35:44
 n. 27 
bhe sulla questione aquilana la penso esattamente come te...e non ti ho fatto la ramanzina. Ma toglimi una curiosità come mai da queste parti?
Inserito da  oregon  il 15/09/2009 alle ore 20:06:09
 n. 28 
buona questa,obama sta' rischiando la pellaccia per la riforma sanitaria,e noi invece vogliamo distruggere un eccellenza tutta italiana,pagata con il sudore di chi ando' nelle miniere per un futuro migliore.
Inserito da  glocal  il 15/09/2009 alle ore 20:59:15
Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Chi vuol muovere il mondo prima muova se stesso" (Socrate)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< aprile 2021 >
L
M
M
G
V
S
D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
   
             
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (142)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (55)
Beni culturali (39)
Calendario eventi (23)
Cinema (30)
Comune (244)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (81)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (441)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (8)
Libri (114)
Menu (1)
Mostre (46)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (196)
Politica (44)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (84)
Storia (81)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (10)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (6)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020
Dicembre 2020
Gennaio 2021
Febbraio 2021
Marzo 2021
Aprile 2021

Ultimi commenti:
Online sociology essay writing...
08/06/2020 alle ore 09:18:15
Inserito da Sociology Assignment Writ
Il sindaco resta a casa, ma i ...
03/04/2020 alle ore 13:41:15
Inserito da nico menna
qual' è il protocollo di profi...
03/04/2020 alle ore 10:52:43
Inserito da H
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria

Valid xhtml 1.0 / css