News » Articolo
Inserito da Redazione il 27/04/2010 alle ore 15:47:50 - sez. DiversAbili - visite: 4368 

Vita indipendente per i disabili anche in Abruzzo
Una richiesta di aiuto ai direttori degli Ambiti Sociali Abruzzesi, viene formulata da Nicolino Di Domenica, al fine di affermare anche nella nostra regione la filosofia della Vita Indipendente
Vita indipendente per i disabili anche in Abruzzo

Articolo correlato

Foto tratta dal sito: consequor.it

«Gent.mi Signori Direttori degli Ambiti Sociali Abruzzesi, con la presente e-mail  vi invio una lettera con il desiderio che vogliate prendere visione della mia richiesta di aiuto - dice Nicolino di Domenica in una e-mail inviata ai direttori degli degli Ambiti Sociali Abruzzesi - affinché quanto espresso venga preso in considerazione per dare una maggiore attenzione ai problemi dei disabili gravi Abruzzesi. RingraziandoVi della certezza che farete il possibile per adoperarvi in maniera positiva, invio i più sinceri ringraziamenti.» 

Di seguito il contenuto integrale della lettera aperta del 23 aprile 2010:

Gent.mi Signori Direttori,

Chi vi scrive questa e-mail è il responsabile del Movimento Vita Indipendente Abruzzo, mi chiamo Nicolino DI DOMENICA che da cinque anni, insieme ad alcune associazioni di volontariato a tutela della disabilità, tra cui AIAS sezione di Lanciano Onlus, di cui faccio parte del consiglio direttivo, la UILDM di Pescara, ATS Abruzzo accessibile, AISM sezione provinciale di Chieti, AISM regionale ed altre, stiamo cercando di fare affermare anche nella nostra regione la filosofia della Vita Indipendente. Come certamente sapete l’8 marzo scorso con deliberazione di Giunta Regionale n. 149/2010 sono state approvate le nuove direttive per i PLNA 2010-2011.
Quello che mi preme farvi notare, è che per la PRIMA VOLTA in Abruzzo, grazie alle nostre battaglie nei vari convegni e incontri con i nostri politici, siamo riusciti a far includere nei piani per la non autosufficienza al punto 2.6.2 Assegnazioni per progetti, l’opportunità per una persona con disabilità grave, di richiedere un progetto di Vita Indipendente.
Questo è un beneficio sia economico che qualitativo della vita di una persona con disabilità e la propria famiglia.
Tale beneficio è finalizzato ai progetti di Vita Indipendente, che con tanta dedizione e determinazione abbiamo promosso ed ottenuto.

Assegnare un progetto di Vita Indipendente significa dare la possibilità alla persona disabile grave di gestire personalmente la propria disabilità, scegliere direttamente l’assistente personale che lo aiuterà a fare le cose che farebbe se non avesse la disabilità, proprio come fate voi nella vostra vita quotidiana.
Questo modo di dare assistenza, che viene definita assistenza in forma indiretta è molto in uso da anni in alcune regioni italiane definite le più “civilizzate”.
E’ scontato che questa assistenza viene considerata la più efficace perché viene gestita direttamente dalla persona disabile e cosa molto importante risulta la meno costosa.
Dal confronto tra l’attuale servizio di assistenza sociale erogato oggi nella nostra regione, volgendo anche lo sguardo alla situazione italiana, si evince che un progetto di Vita Indipendente, oltre a garantire la custom satisfaction dell’utente, viene a costare la metà, semplicemente perché vengono annullati sia i costi di gestione, sia gli ulteriori costi relativi ad eventuali-integrativi servizi sociali.
Se poi andiamo a paragonare l’assistenza che viene fornita dagli istituti di ricovero il risparmio, sempre nei confronti di un progetto di Vita Indipendente, si aggira addirittura al 200-300%, in alcuni dei casi più gravi, si arriva al 900%. Cito quanto su menzionato perché l’obiettivo della Vita Indipendente è quello di garantire il più possibile la permanenza della persona con disabilità grave, nel proprio nucleo familiare.

Vi scrivo questo affinché possiate divulgare questa nuova filosofia di assistenza in modo che ci si possa adoperare inizialmente per avviare, successivamente per consolidare, questi progetti di vita indipendente per verificarne l’effettiva efficienza, soddisfazione da parte dell’utente e naturalmente un enorme risparmio economico per la cittadinanza.
Per cercare di far comprendere meglio questo concetto voglio portarvi un esempio: prendiamo un giovane disabile Abruzzese che voglia frequentare oggi l’università, cosa accade? L’università deve mettere in atto una serie di azioni affinché il giovane disabile possa frequentare la facoltà di proprio interesse. Certamente la prima cosa che deve fare, oltre naturalmente permettergli l’accessibilità, è di affiancargli un assistente che lo aiuterà ad esempio a prendere appunti, a spostarsi negli ambienti universitari ecc. ecc. Ma spesso, o quasi sempre, questo assistente che gli viene affiancato non corrisponde alle sue esigenze e l’università dovrà cambiare e ricambiare assistente fino a quando entrambi non riescono ad entrare in sintonia. Se invece questo ragazzo ha un progetto di Vita Indipendente si recherà presso l’università già con il suo assistente, che peraltro avrà a disposizione per un monte ore totale decisamente superiore, e per l’università sarà un normale studente e non dovrà preoccuparsi di nient’altro che non sia l’accessibilità con un risparmio enorme di costi.

E’ necessario inoltre segnalare che nel PLAN è stato ripristinato anche L’Assegno di cura in favore delle famiglie più bisognose che si prendono completamente carico e cura di un congiunto disabile grave. L’assegno di cura non è cumulabile con un progetto di Vita Indipendente.
Mi auguro che questa mia e-mail non venga considerata una presa di posizione ma semplicemente come una richiesta di aiuto per diffondere l’attuazione di questi progetti affinché si garantisca anche nella nostra regione il diritto di SCELTA e quindi a ragionare in questi termini più efficaci ed economici in modo che anche l’Abruzzo possa un giorno definirsi una regione “Civilizzata” fiducioso di un vostro aiuto, porgo distinti saluti.

Nicolino Di Domenica
Responsabile del Movimento Vita Indipendente Abruzzo

Area commenti di FaceBook
 n. 1 
ne faremo un modello di sviluppo.Lo stato italiano a volte e' pachidermico,ma sicuramente con una visione civile e democratica lungimirante,le assicuro che nulla viene lasciato al caso.l'interpretazione democratica anche in determinate situazioni non lascia nulla al caso,viene raccolta come sfida nel modello di sviluppo sociale.
Inserito da  socialismo avanzato  il 27/04/2010 alle ore 21:51:20
 n. 2 
Vi ringrazio di questo intervento spero che voi abbiate ragione perché io sto perdendo la speranza, sia chiaro però che non mi arrenderò mai!!!! grazie
Inserito da  Nicolino Di Domenica  il 02/05/2010 alle ore 17:51:03
Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla." (Martin Luther King)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (54)
Beni culturali (38)
Calendario eventi (22)
Cinema (30)
Comune (240)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (75)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (439)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (46)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (196)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (84)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (6)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Ultimi commenti:
Online sociology essay writing...
08/06/2020 alle ore 09:18:15
Inserito da Sociology Assignment Writ
Il sindaco resta a casa, ma i ...
03/04/2020 alle ore 13:41:15
Inserito da nico menna
qual' è il protocollo di profi...
03/04/2020 alle ore 10:52:43
Inserito da H
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria

Valid xhtml 1.0 / css