News » Articolo
Inserito da Redazione il 10/10/2010 alle ore 17:23:43 - sez. Ospedale - visite: 7173 

Nas e Asl chiudono il Centro prelievi Csa di Selva Piana: era senza autorizzazioni
Chi doveva controllare non l'ha fatto. La Asl sta verificando anche se il personale medico fosse in regola. Il Nas sta valutando la dicitura che appare nei volantini della pubblicità, dove si legge: “convenzionati Asl”
Nas e Asl chiudono il Centro prelievi Csa di Selva Piana: era senza autorizzazioni

Articoli correlati

Il sito del Csa è online dal 7 Ottobre 2010: www.csa-group.it

Un’ispezione del Nas dei Carabinieri ed una visita della Asl di Chieti hanno potuto infatti accertare che non c’erano autorizzazioni per svolgere quell’attività di prelievo del sangue per le analisi, così come era stato denunciato dalla Cisl locale e regionale. Del che è stato informato anche il sindaco Sergio De Luca per i provvedimenti di sua competenza, con una raccomandazione aggiuntiva (di carattere solo verbale): «ma come? State facendo tante manifestazioni contro la chiusura dell’ospedale e non vi siete accorti che questo Centro privato faceva concorrenza alla struttura ospedaliera, rischiando di farla chiudere?».

Come questa cooperativa di servizio e lavoro abbia potuto attivare il Centro prelievi è un mistero che si annida nelle connivenze che pure ci sono state con chi doveva controllare. Così come la Asl sta cercando di accertare se tutti i medici (circa 40) che prestavano la loro opera nel Centro medico polispecialistico fossero in regola con le prestazioni erogate, con i pagamenti e con le autorizzazioni ad esercitare lì. E se tutti visitavano veramente lì o se erano stati invece inseriti nell’elenco come richiamo per i cittadini e come biglietto da visita del Centro prelievi. Tra l’altro i Nas stanno valutando la dicitura che appare nei volantini della pubblicità, dove si legge chiaramente: “convenzionati Asl”.

La Asl invece sta cercando di stabilire se la cooperativa di infermieri che assicurava la sua presenza ed effettuava i prelievi abbia seguito o no le prescrizioni della sua convenzione e se l’invio dei prelievi all’ospedale di Lanciano abbia comportato un danno quantificabile ai conti della Asl (senza soffermarsi anche sul fatto che i prelievi di sangue erano a volte effettuati di pomeriggio, in un orario inusuale per questo tipo di analisi). Si chiude così in breve tempo l’incursione di questo operatore privato nel settore sanitario, che è uno dei più sensibili ed importante per il cittadino. Lo slogan dei volantini era: “prendi la salute nelle tue mani”.

Forse era meglio affidarsi a mani più sicure, come quelle del Nas o della Asl che sono intervenuti rapidamente dopo la denuncia della Cisl.

Fonte: primadanoi.it del 09-10-2010

Area commenti di FaceBook
 n. 1 
A Casoli succedono, sono successe e SUCCEDERANNO "cose" molto gravi, ripeto, molto gravi, di matrice mafiosa e malavitosa. A quel punto, quando sarà evidente a tutti, faremo un po' di conti...
Inserito da  Esterrefatto  il 11/10/2010 alle ore 12:56:26
 n. 2 
Ma come fa la Asl a cadere dalle nuvole sostenendo di non sapere nulla, visto che quando arrivavano i prelievi del Csa a Lanciano c'era chi esaminava il sangue? O sono fuori legge anche le analisi?
Se la Cisl non avesse denunciato il fatto, tutto sarebbe rimasto nell'ombra e con la connivenza di molte persone autorevoli che sapevano... vergognoso!!
Inserito da  allibito  il 11/10/2010 alle ore 12:56:37
 n. 3 
una verifica urbanistica non guasterebbe visto che l'attività strettamente sanitaria, forse, non è poi così tanto compatibile con le previsioni del PRG...
Inserito da  urbano  il 11/10/2010 alle ore 14:53:25
 n. 4 
Esterrefatto....e' gia' evidente a tutti! possiamo iniziare a fare i conti.
Si, adesso nessuno sa niente! ma ci fanno cosi ingenui?!
Inserito da  Ornella  il 11/10/2010 alle ore 14:57:38
 n. 5 
ormai non siamo più casolani ma casalesi!
Inserito da  casolano  il 11/10/2010 alle ore 17:29:58
 n. 6 
come sempre tutti cadono dalle nuvole dal sindaco alle autorità asl e compagnia bella....e poi nessun giornale ne parla...altro che mafia. poveri noi
Inserito da  evviva l'italia  il 11/10/2010 alle ore 18:31:24
 n. 7 
a me sembra tutta una BUFALA. sabato sono andato nel centro medico per una visita specialistica, tutto aperto e perfettamente funzionante, con medici di primissimo ordine!
Inserito da  cittadino  il 11/10/2010 alle ore 18:51:49
 n. 8 
Sei andato per una visita, ma non per un prelievo, è quella l'attività non autorizzata.
Inserito da  cittadina  il 11/10/2010 alle ore 19:10:35
 n. 9 
chi mi sa dire che tipo di visite specialistiche fanno?
Grazie
Inserito da  LaserJet  il 11/10/2010 alle ore 19:31:31
 n. 10 
le visite a lu partafoije de li cuijune, cittadino ha sbagliato il volantino
Inserito da  Specialista Alligatore  il 11/10/2010 alle ore 20:37:58
 n. 11 
Dura la vita da alligatore eh??
Inserito da  Selva Piana  il 11/10/2010 alle ore 21:48:03
 n. 12 
Perché il centro medico CSA suscita tanto interesse. A chi da fastidio ? Perche' dicono che gode di protezioni e poi gli mandano i Nas ? Non e' che e' il contrario ? Comunque se vi sono responsabilità' saranno chiarite ma l'impressione e' che il nostro Abruzzo, ed i cittadini in primis, sono contenti di vivere al ribasso. Se qualcuno vuole crescere meglio bloccarlo ed uniformarsi alla mediocrità' quanto non alla inconsistenza, così' tutti saranno contenti, soprattutto le migliaia di raccomandati che occupano posti pubblici, in particolare nella nostra sanità', e che hanno contribuito, con grande impegno, a rendere inaffidabile il sistema. Svegliatevi !
Inserito da  Un medico  il 11/10/2010 alle ore 21:56:06
 n. 13 
Ma se i pesci nell'acquario sono sempre gli stessi ?!???!!! Scherziamo ?
Inserito da  ah beh  il 11/10/2010 alle ore 22:11:20
 n. 14 
Perchè prendersela tanto con il privato? Ovunque sanità pubblica e privata coesitono e lavorano insieme e dove non può arrivare uno, può supplire l'altro, rendendo un servizio comunque alla cittadinanza. I costi per il cittadino naturalmente sono diversi, ma il privato rischia di propria tasca e l'efficienza non è paragonabile! E non dimentichiamo gli sprechi, inutili ma tollerati, nel nella sanità pubblica!
Inserito da  Un altro medico  il 11/10/2010 alle ore 22:45:22
 n. 15 
Doctors....lasciate perdere questi non hanno mai avuto nemmeno le pecore da pascolare! Andate avanti che la maggioranza silenziosa apprezza!
Inserito da  ER  il 11/10/2010 alle ore 23:00:06
 n. 16 
Ognuno ha diritto di esprimere le proprie opinioni, ma non è il caso di proferire un certo tipo di considerazioni! Se ci sono state alcune negligenze e responsabilità da parte di chiunque, verranno fuori, come è giusto che sia!
Inserito da  Un altro medico  il 11/10/2010 alle ore 23:13:56
 n. 17 
ER: ma la maggioranza de che??
L'argomento riguarda un'attività che viene svolta all'interno del Csa e che risulta, secondo la Asl e i Nas, non autorizzata, vuoi che applaudiamo all'illegalità?
Ma fammi il piacere!!!
Inserito da  pecoraro  il 11/10/2010 alle ore 23:19:34
 n. 18 
Caro pecoraro credo che non spetti a te stabilire la legalita' o meno.....ad ora, il dato di fatto e' che tutti smentiscono, tutti non sanno o non ricordano.
Inserito da  Bovaro  il 12/10/2010 alle ore 00:06:10
 n. 19 
"tutti smentiscono, tutti non sanno o non ricordano": tipico comportamento di ambienti mafiosi...
Inserito da  manipulite  il 12/10/2010 alle ore 00:40:31
 n. 20 
A CITTADINA ed altri: sono andato per una visita, non per un prelievo,certo, ma chi ti ha detto che là c'è anche un centro prelievi? E come mai l'articolo parla di controlli anche per i medici, se questi per legge possono visitare privatamente dove vogliono? Non vedi in giro quanti medici fanno la stessa cosa che avviene al CSA?
A SPECIALISTA ALLIGATORE: io coi miei soldi faccio quel che voglio, la visita me la sono pagata ma almeno non gravo sulle casse dello Stato che o mi offre medici scadenti o non mi offre affatto a Casoli o altrove specialisti come quelli che visitano al CSA.
Inserito da  cittadino  il 12/10/2010 alle ore 09:58:51
 n. 21 
Per cittadino: vero è che i soldi sono tuoi e puoi farci quello che vuoi, ci mancherebbe..... Ma credi che se qualcuno ha un problema SERIO può risolverlo da solo? Struttura pubblica o privata che sia, i finanziamenti arrivano sempre dallo Stato. Questo è oggettivo, non credo di dovertelo dire io.
Ho già scritto altre volte che i commenti sono sempre legittimi... ma, almeno, fateli sensati. C'è chi scrive tanto per lasciare una traccia: se almeno si firmasse con il vero nome, sapremmo con chi prendercela.
Inserito da  Anto  il 12/10/2010 alle ore 10:41:51
 n. 22 
"ma chi ti ha detto che là c'è anche un centro prelievi?"
Ma quì si farnetica, o si prende in giro l'intera popolazione?
"cittadino", secondo la tua affermazione, sarebbero tutti pazzi, a partire dalla Cisl fino ai carabinieri...
Inserito da  incredibile  il 12/10/2010 alle ore 10:56:29
 n. 23 
Anto...scusa ma non percepisco il nesso tra problema serio e risolverlo da solo!
Credo che Cittadino le sue tasse sanitarie le paghi quindi, in caso di.... proprio solo, in teoria, non dovrebbe essere.
Poi, io sono d'accordo con cittadino: ognuno impiega i suoi soldi come vuole e dove vuole.
Anto...il problema qui e' che non vengono a fare commenti o ad esprimere una propria opinione su cui confrontarsi. Qui, o vengono a sentenziare o vengono a riportare, con un copy & paste, concetti presi da fonti non bene identificate che, nella maggior parte delle volte, non vengono nemmeno comprese fino in fondo.
Inserito da  Enrico  il 12/10/2010 alle ore 11:02:14
 n. 24 
Scusatemi se intervengo come moderatore, ma voglio ricordare a chi commenta, che l'argomento dell'articolo non è il poliambulatorio, i medici specialisti, eccetera, eccetera, eccetera, ma il centro prelievi non autorizzato, questo, secondo le autorità competenti che stanno svolgendo il proprio lavoro.
Invito dunque tutti, a riportare la discussione su questo specifico argomento.
Grazie!
Inserito da  webmaster  il 12/10/2010 alle ore 11:17:04
 n. 25 
Dobbiamo riflettere attentamente sull'argomento.
Ben venga la sanità privata, visto che in abruzzo ci siamo mangiati tutto anche la carta igenica (Es. se andiamo in ospedale la carta igienica e non solo bobbiamo portarla da casa).
Quindi ben venga il privato che investe i suoi soldini, non quelli dello stato nella Ns. regione e sopratutto BASTA con i lavoratori pubblici che hanno elevate inefficienze lavorative e non solo...
Perchè in Italia ci sono altre sanità che funzionano?
Sarà un caso che sono tutte al Nord?
Dobbiamo imparare, da ciò che stà succedendo in abruzzo negli utlimi anni, La Sanità e un settore che coivolge uomini , donne e bambini abruzzesi, quindi tutti devono dare il massimo impegno per il massimo obbiettivo, sia il privato ma sopratutto il pubblico!
P.S. Su Casoli e dintorni ci sono molti interessi di potere ed economici ..... sopratutto lungo la val del sangro perchè non si fanno altre inchieste o altri controlli su altri argomenti!!!!
Prima o poi chi sbaglia paga!
Inserito da  Abruzzese  il 13/10/2010 alle ore 11:43:51
 n. 26 
Abruzzese, non capisco perchè associ il sito casoli.org al tuo nick e poi, ripeto: siamo fuori tema, l'argomento è il centro prelievi non autorizzato.
O qualcuno vuole apertamente negare che esiste? Coraggio, si faccia avanti! Ma con nome e cognome!!
Inserito da  webmaster  il 13/10/2010 alle ore 12:16:14
 n. 27 
Hai fatto scappare un altro! Ne restera' soltanto uno......
Lo metta Lei il nome e cognome noi La seguiamo e, soprattutto, cominci a scrivere qualcosa che da scrivere ce ne sarebbe.
Inserito da  on-line  il 13/10/2010 alle ore 12:31:08
 n. 28 
...non ti preoccupare che non scappa nessuno!! anzi...
Inserito da  webmaster  il 13/10/2010 alle ore 12:34:22
 n. 29 
Agganciandomi al commento n.2, che mi sembra uno dei messaggi più pertinenti alla cosa, vorrei dire, per rafforzare quanto già esposto da allibito, che chi a Lanciano analizzava i prelievi, conosceva bene la provenienza del sangue, quindi a che titolo fornivano questa prestazione? E' impossibile che la Asl non sapesse nulla.
Inserito da  casolano  il 13/10/2010 alle ore 13:14:26
 n. 30 
Ma aldilà dell'autorizzazione o meno, io invece mi chiedo un'altra cosa: che senso ha farsi fare un prelievo presso un centro privato sapendo che è possibile farlo presso l'ex ospedale (ormai chiamiamolo così...) e, sapendo anche che, questo stesso centro privato, deve comunque tornare a rivolgersi ad una struttura pubblica per le analisi, perchè non è fornito di un laboratorio proprio?
Tutto questo è davvero assurdo ed incogruente!!
Inserito da  cittadino del territorio  il 13/10/2010 alle ore 15:00:14
 n. 31 
forse prestano servizio fuori dell'orario di lavoro utilizzando il laboratorio della struttura pubblica, svolgono cioè, un'attività intramoenia, bisogna vedere a questo punto, da chi vengono pagati
Inserito da  casolicasoli  il 13/10/2010 alle ore 17:29:13
 n. 32 
Forse perche' ci vuole meno tempo?
Forse perche' vai li per una specialistica e fai anche il prelievo?
Forse perche' e' piu' da VIP?
Continuate voi....
Salut
Inserito da  L.B.  il 13/10/2010 alle ore 17:54:30
 n. 33 
Più da VIP!! Ahahaha!!!
Vuoi vedè chè mò per fare il prelievo in un centro privato devi pure avere il sangue blù!!!??? :-D
Inserito da  elite  il 13/10/2010 alle ore 18:50:45
 n. 34 
E certo, che non lo sapevi?....come all'ospedale, se sei VIP non fai la fila!
Se hai il sangue blu invece entri nella fascia aristocratica e li e' tutto ad un certo livello! servizio a domicilio.
Inserito da  L.B.  il 13/10/2010 alle ore 19:20:47
 n. 35 
Ah!! 'mbè!!!
Inserito da  elite  il 14/10/2010 alle ore 09:27:28
 n. 36 
forse quì e forse là, forse è meglio munirsi di autorizzazione prima!!
Inserito da  casolano  il 14/10/2010 alle ore 11:31:50
 n. 37 
Novita'? Come evolve la questione?
Inserito da  L.B.  il 19/10/2010 alle ore 22:13:04
Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Se non diremo cose che a qualcuno spiaceranno, non diremo mai la verità" (Pino Scaccia)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< novembre 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (54)
Beni culturali (38)
Calendario eventi (22)
Cinema (30)
Comune (240)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (75)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (439)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (46)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (196)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (84)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (6)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020
Marzo 2020
Aprile 2020
Maggio 2020
Giugno 2020
Luglio 2020
Agosto 2020
Settembre 2020
Ottobre 2020
Novembre 2020

Ultimi commenti:
Online sociology essay writing...
08/06/2020 alle ore 09:18:15
Inserito da Sociology Assignment Writ
Il sindaco resta a casa, ma i ...
03/04/2020 alle ore 13:41:15
Inserito da nico menna
qual' è il protocollo di profi...
03/04/2020 alle ore 10:52:43
Inserito da H
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria

Valid xhtml 1.0 / css