News » Articolo
Inserito da Redazione il 27/01/2017 alle ore 08:13:30 - sez. Storia - visite: 3641 

Nasce il sito di documentazione online sul Campo di Concentramento di Casoli 1940-1944
Il sito campocasoli.org rappresenta il punto di partenza per far nascere a Casoli un percorso importante sia per la ricerca storica che per il Turismo della Memoria. L'autore del progetto è Giuseppe Lorentini
Nasce il sito di documentazione online sul Campo di Concentramento di Casoli 1940-1944

"Sul sito campocasoli.org, in continuo aggiornamento, sono consultabili 3.711 documenti contenuti nei 212 fascicoli conservati nell'Archivio storico del Comune di Casoli. Si tratta di un archivio digitale che consente di ricostruire la storia sociale e amministrativa di un campo di internamento fascista e soprattutto utile a ricomporre anche la documentazione di altri campi fascisti italiani, poiché il “fascicolo personale” dell’internato, in caso di trasferimento da un campo all’altro, veniva portato con sé."

Tutti gli articoli correlati sulla Shoah

Clicca sull'immagine per ingrandire

Lo studioso Giuseppe Lorentini, già laureato in Beni Culturali alla "D'Annunzio" di Chieti e che attualmente vive in Germania, dove è Lettore di Italiano come lingua straniera all’Università di Bielefeld (nella quale, tra l'altro, sta anche terminando i suoi studi per ottenere il doppio titolo di Laurea Magistrale/Master of Arts in Scienze storiche), sta portando avanti un interessante progetto di documentazione pubblicato online nel sito www.campocasoli.org , sul quale ci sta lavorando da oltre tre anni, sempre nell'ambito della stesura della citata tesi. Il portale, patrocinato dal Comune di Casoli, nasce per l’accesso e la consultabilità a fini di ricerca storica e di cultura della memoria, delle risorse informative e documentali sul Campo di Concentramento di Casoli  attivo dal 1940 al 1944.

«In modo particolare - dice l'autore della ricerca  Giuseppe Lorentini - il progetto tratta il fondo ad esso dedicato, conservato nell’Archivio storico del Comune di Casoli e riordinato solo nell'anno 2000. Data la problematicità in cui versa la ricerca delle fonti archivistiche relative al fenomeno dell'internamento civile durante il fascismo (fonti ritenute di importanza primaria, molte delle quali disperse, distrutte, decentralizzate, limitate o inaccessibili), il patrimonio archivistico conservato nell'Archivio storico del Comune di Casoli, nel contesto appena descritto, risulta essere una "fonte" rilevante, soprattutto utile a ricostruire, grazie alla notevole qualità del contenuto delle informazioni dei documenti, una sorta di modello di amministrazione di un campo di concentramento fascista per internati civili durante le contingenze belliche. Allo stato attuale della ricerca in Italia, sono pochissimi i comuni italiani che furono sede di campi di concentramento o di località di internamento civile durante il fascismo, ad aver conservato i fascicoli personali degli internati. Molti sono andati distrutti o persi, come per esempio a Campagna. Oppure come il caso della Questura di Chieti, responsabile per i fascicoli personali di oltre 20 località di internamento libero e 7 campi di concentramento, i cui fascicoli sono stati "mandati al macero per supero dei prescritti limiti di conservazione"»

«L’obiettivo del progetto - dice ancora Giuseppe Lorentini - è raccogliere documenti, testimonianze, fotografie e altro materiale in modo da realizzare una documentazione il più completa possibile sul Campo di Concentramento di Casoli e mettere a disposizione questo materiale sia agli studiosi che ai famigliari o ai conoscenti degli internati. Trattandosi di un lavoro in continuo aggiornamento i risultati pubblicati sono perciò parziali, non privi di errori, ma sempre in costante perfezionamento.
Il sito si presta ad essere uno strumento di ricerca avanzato per gli studiosi grazie alla possibilità di accedere ai documenti riprodotti in foto facsimilare totale ad alta risoluzione, ordinati secondo la segnatura archivistica, ad elevata consultabilità. Si tratta di un archivio digitale che consente di ricostruire la storia sociale e amministrativa di un campo di internamento fascista e soprattutto utile a ricomporre anche la documentazione di altri campi fascisti italiani, poiché il “fascicolo personale” dell’internato, in caso di trasferimento da un campo all’altro, veniva portato con sé.»

Sul sito sono consultabili 3.711 documenti contenuti nei 212 fascicoli conservati nell'Archivio storico del Comune di Casoli, CAT. XV, Classe VII, Buste 2-4, Fascicoli 24-227 e Busta 5, Fascicoli 228-233. Per questo, il sito www.campocasoli.org offre la condizione di capire gli spostamenti, l’ambiente sociale, il capitale liquido, la corrispondenza postale, i reclami, le punizioni, l’assistenza medica e di igiene, le lettere personali degli internati, nonché la burocrazia, l’amministrazione, la contabilità del Campo.

«Un ulteriore scopo della ricerca - continua Lorentini -  è sia dare un volto ai nomi degli internati, sia dare un nome ai loro volti, soprattutto agli ebrei stranieri internati in questo Campo il 10 luglio 1940 giunti dal carcere di Trieste, perché abbiamo una loro foto di gruppo scattata proprio a Casoli. Dopo l'8 settembre 1943, 9 di questi che inizialmente sono "passati" per il Campo di Casoli e trasferiti altrove, furono più avanti arrestati e deportati nel campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau dove trovarono la morte certa. Un altro, invece, è stato assassinato al campo di Risiera San Sabba, un altro ancora deportato al campo di concentramento di Bergen-Belsen e sopravvissuto alla liberazione avvenuta il 4 marzo 1945. Quella foto, per molti di loro, rappresenta l'ultima immagine testimonianza che possediamo. Per questo, l'identificazione degli internati sarà sempre un aspetto importante cui rivolgiamo le nostre energie e permetterà di attivare una rete transnazionale di informazioni e documenti.»

La foto di gruppo scattata sulla scala adiacente all'edificio annesso al Palazzo Tilli che fu adibito a Campo di Concentramento. Clicca sull'immagine per ingrandire. Vai all'articolo del 2011

«È un lavoro in continuo aggiornamento,  - precisa l'autore - perciò non ancora terminato. La ricerca delle fonti in questo ambito non è molto facile, data la frammentarietà del materiale. Casoli è riuscito a conservare i fascicoli dei suoi internati, dentro i quali si possono ricostruire i fascicoli degli altri campi visto che "viaggiavano" con gli internati quando venivano trasferiti da un campo all'altro. Quindi uno strumento utilissimo per gli studiosi e per la materia. Un passo successivo sarà quello di poter riprodurre i documenti dell'ACS relativi al fascicolo su Casoli, ma purtroppo senza contributi non potrei riuscire a pagare i costi di riproduzione. Il sito, per esempio, è completamente realizzato da me (testi, scansioni, grafica, schede, ecc,), finanziato interamente a mie spese. Per questo, al fine di contiuare il lavoro, mi sto adoperando per trovare donazioni da parte di fondazioni, istituti ecc.»

«Ci sono tante iniziative in programma - annuncia ancora l'autore - che faranno di Casoli un centro importante sia per la ricerca storica sia per il Turismo della Memoria. Il nostro paese sarà il centro di una rete di informazioni sul sistema concentrazionario fascista della provincia di Chieti, dove tutti gli altri comuni coinvolti, ben 20 (Archi, Atessa, Bomba , Bucchianico, Casalbordino, Castelfrentano, Castiglione Messer Marino, Fara Filiorum Petri , Gissi, Guardiagrele, Orsogna, Ortona a Mare, Paglieta, Palena, Rapino, San Vito Chietino, Scerni, Torricella Peligna, Villa Santa Maria, Tollo, Vasto, Lanciano, Chieti, Lama dei Peligni) in quanto sedi di campi o località di internamento, attingeranno le informazioni e necessariamente dovranno fare rete con Casoli, centro di riferimento documentale e memoriale con conseguente "tappa" di Turismo della Memoria, e in questo ambito, il sito www.campocasoli.org sarà lo strumento che farà veicolare questi progetti, con lo scopo principale di raccogliere tutta la documentazione esistente inerente al Campo di Casoli. Per esempio, come il fondo conservato all'Archivio Centrale dello Stato di Roma, dove però,  anche in questo caso, ci sono delle spese da sostenere per la riproduzione dei documenti  e per ottenere le licenze di pubblicazioni»

Per chi volesse lasciare un commento, sul sito c'è anche un libro degli ospiti raggiungibile direttamente a questo indirizzo: www.campocasoli.org/libro-degli-ospiti. Chi  volesse anche sostenere il lavoro di ricerca, può fare una donazione cliccando sul pulsante "Donazione" , che si trova in fondo a sinistra di ogni pagina del sito.


NOTIZIE SULL'AUTORE

Giuseppe Lorentini nato a Casoli nel 1983, e laureato nel 2007 in Beni Culturali presso l'Univerità "D'Annunzio" di Chieti, dal 2009 vive a Bielefeld, in Germania, dove è Lettore di Italiano come lingua straniera all’Università di Bielefeld, dove tra l’altro, sta completando il percorso per ottenere il doppio titolo di Laurea Magistrale/Master of Arts in Scienze storiche nell’ambito del corso integrato italo-tedesco organizzato dall’Università di Bielefeld e da quella di Bologna (BiBoG). È ideatore e curatore del Progetto di ricerca e documentazione on line sulla Storia del Campo di Concentramento di Casoli 1940-1944 www.campocasoli.org. Si occupa di studi sulla Shoah, sull’internamento civile fascista, sulla fenomenologia dei campi di concentramento e sulla cultura della memoria.

Nessun commento inserito.

Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Può darsi che non siate responsabili per la situazione in cui vi trovate, ma lo diventerete se non farete nulla per cambiarla." (Martin Luther King)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< aprile 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
12
13
15
16
17
18
19
20
21
23
24
25
26
27
28
29
30
             
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (135)
Ambrosia (41)
Archeologia (21)
Attualità (7)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (40)
Beni culturali (30)
Calendario eventi (5)
Cinema (30)
Comune (207)
Comunità Montana (11)
Concerti (133)
Concorsi (32)
Corsi (20)
Cronaca (64)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (335)
Foto FB (5)
Internet (17)
Interviste (9)
Lavoro (6)
Libri (93)
Menu (1)
Mostre (36)
Musei (1)
Musica (33)
Ospedale (184)
Politica (40)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (33)
Spettacoli (70)
Sport (70)
Storia (70)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (15)
VideoAmbrosia (8)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (12)
VideoBeniCulturali (5)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (5)
VideoCronaca (37)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (31)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (6)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (39)
VideoTradizioni (9)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017

Ultimi commenti:
Great hammer of Thor, that is ...
16/04/2017 alle ore 05:56:41
Inserito da lMwgWeyNc
Great inhitsg! That's the answ...
16/04/2017 alle ore 05:56:24
Inserito da 1iD5EPXA
That's a knowing answer to a d...
16/04/2017 alle ore 00:34:10
Inserito da ceydgz74R
This is an artlice that makes ...
15/04/2017 alle ore 13:03:59
Inserito da IESBLVTLsMq
Reading this makes my decniios...
15/04/2017 alle ore 13:03:38
Inserito da NPffPJPLBWnO
Guarda anche il video:http://w...
15/04/2017 alle ore 10:06:58
Inserito da casoli.org
Essays like this are so import...
15/04/2017 alle ore 05:47:21
Inserito da Ut9EhUNa
Well done arcilte that. I'll m...
14/04/2017 alle ore 17:31:43
Inserito da n39mbAK5
Could you write about Phsicys ...
14/04/2017 alle ore 17:31:27
Inserito da sEqhoxxb5Yu
I want to send you an award fo...
14/04/2017 alle ore 11:30:27
Inserito da yZHVbbV9

Valid xhtml 1.0 / css