News » Articolo
Inserito da Redazione il 11/11/2009 alle ore 07:01:01 - sez. Beni culturali - visite: 4231 

Palazzo Scolastico, la Sovrintendenza salta il referendum
Quello che conta ora è la Sovrintendenza il cui parere sarà vincolante per tutto ciò che si vorrà fare dentro e fuori il Palazzo. L’edificio può essere considerato bene storico monumentale
Ex Palazzo scolastico La Sovrintendenza salta il referendum

di Daria De Laurentiis

Casoli - Il destino del Palazzo scolastico è ancora tutto da decidere. Non basta più sapere che uno su dieci dei votanti al referendum indetto dal giugno scorso aveva scelto di realizzare una piazza e di abbattere lo storico edificio. Quello che conta ora è la Sovrintendenza il cui parere sarà vincolante per tutto ciò che si vorrà fare dentro e fuori il Palazzo, piazze o centri polivalenti che siano. L’edificio può essere considerato bene storico monumentale. La valutazione dell’ex sede delle scuole elementari, inaugurata nel 1933 è stata richiesta dall’amministrazione comunale dopo un’attenta valutazione dell’origine dell’edificio. «In base alla normativa vigente - spiega il sindaco, Sergio De Luca (Pd), - questa struttura può essere considerata di valore storico e monumentale e avere dei vincoli storico-paesaggistitci, ecco perché in questi mesi è stata sollecitato più volte una risposta da parte della Sovrintendenza del ministero dei Beni culturali che sta studiando la documentazione e valutando la storicità dell’edificio». In base alla valutazione ufficiale si vedrà che cosa fare. L’amministrazione vorrebbe dar seguito ad un’iniziativa importante anche tenendo conto delle risorse comunali. Il referendum indetto per far scegliere alla popolazione la destinazione più adatta, e ormai risalente allo scorso anno, non ha più avuto alcun seguito. La consultazione avviata il 10 giugno scorso era addirittura slittata più volte fino a chiudersi il 9 ottobre 2008. La partecipazione al voto si era attestata comunque su numeri molto bassi, appena il 10,8 per cento dei potenziali elettori. La scelta era ricaduta sulla piazza al posto dell’edificio. «Quella del referendum voleva essere una procedura democratica che coinvolgesse i cittadini - precisa De Luca - ma a questo punto bisogna aspettare la valutazione del ministero». E le opzioni tornano ad essere diverse, soprattutto in considerazione della capacità di spesa del Comune. Abbattere e ricostruire l’edificio con l’annessa piazza può infatti arrivare a costare almeno 4 milioni di euro, ipotesi attualmente difficile da realizzare considerata la situazione delle casse pubbliche. Ristrutturarlo, invece, risulterebbe più economico: “appena” un milione e 700mila euro.

Fonte: il Centro  del 10-11-2009

Link correlati:
Conservare per sopravvivere
I Contratti di Quartiere II ed il Palazzo Scolastico
Recensioni sulla votazione in rete
Votazione in rete per il Palazzo Scolastico
10 anni fa l'inaugurazione del Cinema Comunale
Le antiche cartoline
La foto del 1933, prima del forte terremoto
Il primo progetto del 1908
Documenti sul Palazzo Scolastico

Area commenti di FaceBook
 n. 1 
perfetto, però facciamo attenzione ai referendum se sono comunali, molte volte sono strategici e hanno delle opzioni multiple (vedi san rocco di sambceto: SI (la nuova chiesa con abbattimento della vecchia ) NO alla nuova chiesa e all'abbattimento della vecchia san rocco.
che avreste deciso voi? attenzione a come si fanno i referendum
Inserito da  alfredo mantini  il 11/11/2009 alle ore 17:24:14
 n. 2 
Il referendum proposto dal Comune è stato già fatto. La maggioranza ha scelto la piazza, ma la partecipazione è stata molto bassa, solo il 10%.
Un sondaggio invece, è stato proposto da noi su questo sito (vedi votazione in rete) appena dopo la chiusura dell'edificio e la maggioranza dei votanti ha scelto la conservazione del palazzo.
Inserito da  Maria C. Ricci  il 11/11/2009 alle ore 19:47:06
 n. 3 
Questi referendum sono ridicoli a casoli c'è bisogno di un cambiamento radicale...iniziamo dal palazzo scolastico!!
Inserito da  POR  il 11/11/2009 alle ore 21:59:26
 n. 4 
casoli necessita di amministratori temerari e leali se vuole crerscere,no chirichetti please,no sorci di s..........
please,no confusion man,gente che sa esporre la propria idea, senza paure.
Inserito da  beyond  il 12/11/2009 alle ore 08:57:00
 n. 5 
POR ha ragione, Casoli ha bisogno di un cambiamento radicale ma, dico io,...iniziamo dall'amministrazione comunale che promuove un referendum popolare e poi, siccome il risultato non è stato quello che il sindaco (ma soprattutto l'attuale vice-sindaco)si aspettava, con un colpo di spugna annulla tutto e ricorre all'escamotage della sovrintendenza alle belle arti. Questo è solo un sistema per far sì che quell'orrido stabile di chiara marca fascita resti al centro di Casoli per omnia secula sec**orum. CASOLI HA BISOGNO DI UNA PIAZZA e se il vice-sindaco non la vuole perchè darebbe fastidio a lui e alla sua casa, non si può e non si deve anteporre l'interesse di una famiglia a quello dell'intera comunità Casolana.
Inserito da  Aaron  il 12/11/2009 alle ore 09:15:30
 n. 6 
Non è un escamotage! E' LEGGE! Ed almeno per UNA VOLTA, va rispetatta!
Inserito da  Maria C. Ricci  il 12/11/2009 alle ore 09:37:11
 n. 7 
ma quale legge? La legge di chi? Per piacere non ricominciamo con questo palazzo che stà in piedi con le chiacchiere di alcuni casolani, nel vero senso della parola!! Se vogliono decidere e convincerci, una volta per tutte, cosa farci, che tirassero fuori le verifiche di stabilità, i modelli adottati, i [k] dei solai e dei muri e forse riusciranno anche a convincere i più scettici tra noi.
Ma su questa piazza, come è risaputo, la vera piazza non la vogliono quindi teniamoci sto benedetto palazzo scolastico e finiamola di *********** dopotutto non è la cosa peggiore di Casoli!
Inserito da  POR  il 12/11/2009 alle ore 19:33:09
 n. 8 
POR, vai a prendertela con chi l'ha chiuso quel palazzo che lo sai benissimo anche tu perchè l'hanno fatto, non fare il finto tonto.
Inserito da  Anonimo  il 12/11/2009 alle ore 22:22:42
 n. 9 
"Quale legge? La legge di chi?" dice POR.
Bè, sicuramente non la legge degli inciuci tra tecnici, amministratori e imprese...
Studiati il Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 "Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio".
Chi vuole continaure il dialogo senza trasformarsi in fantasmino?
Inserito da  Maria C. Ricci  il 12/11/2009 alle ore 23:49:37
 n. 10 
L'hanno chiuso per un terremoto...no?! Gli altri motivi non li so perchè non sono così inciuciato con la politica nostrana da arrivare a questo livello di informazione, se lo sai tu dillo a tutti qui.
Maria, se me lo spieghi tu quel DL facciamo prima cmq ti avviso che non mi interessa molto!
Inserito da  POR  il 13/11/2009 alle ore 06:45:55
 n. 11 
Non è necessario essere un cittadino "inciuciato" per capire, basta vivere qui a Casoli ed anche un bambino riesce a non credere alla FAVOLA DEL TERREMOTO. Sul DL citato, è stato già detto e spiegato molto su questo sito, soprattutto da me, ma se non ti interessa è inutile parlarne ancora, inoltre, non gradisco molto dialogare con gli anonimi.
Il tanto ambito "CAMBIAMENTO RADICALE" deve avvenire prima nelle nostre menti e finchè non impariamo ad affrontare le problematiche del nostro paese in prima persona, senza nasconserci dietro falsi nomi, non risolveremo MAI NULLA!!
Inserito da  Maria C. Ricci  il 13/11/2009 alle ore 08:42:08
 n. 12 
si si si ,so curioso anch'io,facce sape',illuminaci perche' abbiamo una sala cine chiusa,(forse x fa' un piacere alle multisale?) perche' la banda di casoli effettua le sue prove,20/30 persone adulte con tanto di vibrazioni causate da strumenti musicali e sussulti sui solai, e sto' palazzo non va giu,come mai come mai,ma se il solaio dove alloggia la banda regge perche sotto al cine no regge,regge o no regge??? forse e' anche di questo che si dovrtebbe preoccupare e domandare i beni cultavali,e la gente di casoli.
Inserito da  Anonimo  il 13/11/2009 alle ore 08:50:37
 n. 13 
La Banda di Casoli al completo conta più di 40 persone adulte!!
Inserito da  curioso  il 13/11/2009 alle ore 09:09:23
 n. 14 
chi ha chiuso quel palazzo è stato già punito: non l'hanno rieletto! a punirlo è stato proprio Casoli centro, che si è visto depredato di un bene inestimabile: il CINEMA TEATRO COMUNALE
Inserito da  casolano doc  il 13/11/2009 alle ore 09:31:34
 n. 15 
la vera punizione sarebbe un risarcimento danni a loro spese
Inserito da  e io pago  il 13/11/2009 alle ore 09:48:37
 n. 16 
Allora...
io non sono un bambino da molto tempo ormai ma alla favola dei terremoti ci credo e chi qui non ci crede, farebbe meglio a farsi un giro nell'aquilano se sa dove si trova. Quindi vediamo di smetterla con queste argomentazioni puerili che siccome a Casoli non c'è mai stato un terremoto non ci sarà mai!! Forse le normative che consulti tu, quelle dei beni sculturali e del paesaggio per intenderci, non le contempla certi argoamenti. Studiati, scusa di solito non mi piace fare il professorone ma siccome l'hai detto tu a me io lo dico a te, il DM 1987, DM 2005, DM 2008 passando per gli OPCM 3274, 3316 e 3431 e poi spiega a tutti se quell'edificio ne rispecchia tutte le caratterstiche...ah, non siamo colleghi, nemmeno lontamente!!
Altra favola del Cinema...mi ricordo quando c'era, certo i casolani non facevano la fila per andarci!
Questa discussione ha lo stesso tempo di ritorno di qualche evento sismico distruttivo...finiamola, tanto si perde solo tempo, gli sghei per farci qualsiasi cosa non ci stanno ergo teniamoci il mostro!! anche perchè, con la classe dirigente attuale, vi pare che qualcuno si prende la responsabilità di avviare qualsiasi iter...mha!! Si potrebbe sperare nei dissociati, visto che si stanno preparando per la prox campagna elettorale...mhaaaa!!
Per finire, e scusate la lungaggine, io vorrei solo che qualsiasi decisione si prenderà su quell'edificio fosse una decisione presa da persone competenti e basata su dati oggettivi non su "ma quando era bello quando ci andavo a scuola lì e vedevo i piccioni dalla finestra"
Inserito da  POR  il 13/11/2009 alle ore 10:01:06
 n. 17 
chiamala punizione l'ultimo incarico che gli hanno affidato,la punizione viene inflitta ar popolo con sti disagi,non vi pare?
Inserito da  Anonimo  il 13/11/2009 alle ore 10:57:31
 n. 18 
"..alla favola dei terremoti ci credo e chi qui non ci crede, farebbe meglio a farsi un giro nell'aquilano..."
Dinamico, non hai capito un bel niente di tutta la storia, non è a questa "favola" che faccio riferimento, ma ad un'altra e non far finta di non capire, non confondere le acque... leggiti i 400 messaggi della votazione in rete e capirai...
Il terremoto è una cosa troppo seria infatti e non possiamo fare sciacallaggio sulla morte altrui per fare i nostri porci comodi. Tu stesso affermi con il riferimento all'evento sismico aquilano, che il problema non riguarda solo il Palazzo Scolastico, ma tutti gli edifici pubblici (e di interesse pubblico) non a norma, che come sappiamo sono tanti, soprattutto adesso che la normativa antisismica è diventata molto più restrittiva. Ed allora perchè chiudiamo solo il Palazzo Scolastico di Casoli?
Ma a prescindere da tutto ciò, dal 2004, nessuno può decidere di demolire l'antico edificio senza interpellare prima la Soprintendenza!! Questo è sacrosanto!!
Inoltre, non è assolutamente vero che il Cinema non funzionava!! E ricordati che non era solo Cinema, ma anche Teatro e Sala Conferenze! Un bel colpo alla cultura e di riflesso anche all'economia del paese!
Inserito da  Maria C. Ricci  il 13/11/2009 alle ore 11:06:35
 n. 19 
Perchè ti stai agitando? Quest'argomendo ti agita sempre.
Visto che i termini della discussione sono tipicamente casolani: studiati, non hai capito niente, confondere le acque allora ti dico che chi non ha capito niente qui sei tu. I 400 post che citi me li ricordo, come mi ricordo lo scienziato nostrano che disse che quel palazzo si poteva riaprire tanto a Casoli i terremoti distruttivi non ci sono mai stati e non ci saranno mai. Io gli risposi che con quelle sue certezze mi sentivo più tranquillo se andava all'INGV. Forse nel frattempo hai cambiato il tuo punto di vista...alla luce dei tragici accadimenti a L'Aquila.
Non faccio sciacallaggio su L'Aquila, non mi permetterei mai visto che è la città a cui sono più legato dopo Casoli ovv. e non voglio confondere le acque, non ne ho motivi anche perchè non sono tra quelli che latitano sull'argomento con la speranza di inzuppare il biscottino nella succosa minestra...ci siamo capiti vero!!
Qui stiamo parlando del palazzo scolastico non del patrimonio immobiliare pubblico: poi sarei io quello che confonde le acque?! Lascio stare hai ragione tu...quanto era bello quando c'erano i piccioni!!
Se qualche anonimo amico mio, ebbene si, a me piacciono gli anonimi sui forum, vuole essere cosi gentile da raccontare la favola del palazzo scolastico, non come la racconterebe qualcuno qui presente perchè mi farebbe addormentare dopo due min, mi compro i pop-corn e mi metto comodo.
Inserito da  POR  il 13/11/2009 alle ore 13:14:08
 n. 20 
Qui l'unico che ogni volta si agita sei tu!! Ti agiti se parliamo di "Codice dei Beni Culturali", ti agiti se tocchiamo l'argomento "No al petrolio in Abruzzo", ti agiti in continuazione per l'area intorno all'asilo, quando a Casoli mancano perfino i marciapiedi nelle zone più trafficate.
Non cancello il tuo, o meglio i tuoi, messaggi inseriti da anonimo (come piace fare a te), perchè la gente deve leggerti e capire con che razza di CODARDI abbiamo a che fare noi qui sul sito!!! A casa tua non vengo ad insultarti con una maschera!! VIGLIACCO!!
"A non capire niente sei tu" , "Non siamo colleghi neppure lontanamente", ecc...ecc... Non permetto agli anonimi di rivolgersi con questo tono verso chi si firma!!!
In quanto al Palazzo Scolastico, nessuno ha mai cambiato idea dal 2002 e noi non abbiamo mai affermato che a Casoli i terremoti non ci sono stati, anzi, gli unici a spendere qualche parola sul terremoto della Maiella del 1706 (tre anni dopo quello forte de L'Aquila) siamo stati noi, nessuno a Casoli l'aveva mai fatto. L'ultimo terremoto abbastanza forte da creare danni agli edifici, ma non alle persone, è stato quello del 1933, che ha coinvolto anche il Palazzo Scolastico, ma senza nessun graffio ed anche di questo se n'è parlato. I terremoti che non ci sono mai stati, sono altri, sono quelli che ogni volta hanno dato l'opportunità a qualcuno di lucrare sopra le tragedie degli altri... ma questa è un'altra storia...
Lo so, la verità fa male ed ingoiare il rospo è molto difficile.
Inserito da  Maria C. Ricci  il 13/11/2009 alle ore 16:25:20
 n. 21 
Quante chiacchiere e quanta disinformazione anche. Sono profano, ma so che dopo il terremoto nel Molise c'è un provvedimento governativo molto severo che richiede per gli edifici scolastici il massimo grado di antisismicità, che il benedetto palazzo scolastico non ha. Può invece essere usato per altri usi, può sembrare una contraddizione ma è così. E poi finiamola con questa storia delle scuole trasferite! è vero che stanno a disagio, ma mica stanno a selva piana! stanno dietro al corso, 4 passi da dove erano prima! il cinema era importantissimo, ma allora perchè l'attuale amministrazione non ha almeno provveduto a far rinforzare il solaio del cinema onde permetterne la riapertura, se tanto ci teneva a sto benedetto palazzo da 4 soldi, che di bello, storico e architettonico non ha un bel nulla?
Inserito da  wcasoli  il 13/11/2009 alle ore 21:27:20
 n. 22 
ohhhh finalmente,un po' di luce.Si ma er dubbio rimane, sto' solaio regge o no regge? e se regge per 40 persone della ass.music.perche' no regge pe er cinema?
Inserito da  Anonimo  il 13/11/2009 alle ore 21:51:00
 n. 23 
wcasoli, quasi tutti i Comuni hanno provveduto a migliorare le proprie scuole usufruendo degli appositi finanziamenti o facendo ricorso alle proprie finanze, perché tutte le scuole di una certa epoca non sono a norma (vedi anche nostra scuola media), ma nessun plesso è stato evacuato prima di iniziare i lavori. Solo noi l’abbiamo fatto ed il perché lo sappiamo tutti.
Ma proprio per non fare le solite chiacchiere inutili davanti a cose fatte, andiamo al dunque: il problema che adesso si pone, non è dov'è finita la scuola (cioè, le attività scolastiche), ma il DESTINO DELL’EDIFICIO.
Sulla sua VALENZA STORICA, si pronuncerà la Soprintendenza con un ATTO UFFICIALE, dopo la Valutazione di Incidenza Culturale (VIC) ai sensi di un DL in vigore già dal 2004.
Inserito da  Maria C. Ricci  il 13/11/2009 alle ore 23:20:55
 n. 24 
scusate la mia ignoranza in materia, ma se in attesa della sua definitiva sistemazione hanno potuto dare le stanze dell'ex scuola alle associazioni, perchè non è stato fatto lo stesso con la sala del cinema teatro? con tutte le associazioni culturali che abbiamo!
Almeno non cadrebbe a pezzi come sta accadendo. Ha ragione regge o non regge, perchè la banda sì, la protezione civile sì, il centro anziani sì, l'avis sì e la grande sala del cinema no?
Inserito da  Anonimo  il 14/11/2009 alle ore 11:04:29
 n. 25 
Rispondo a wcasoli, messaggio 21. Il disagio per i ragazzi delle scuole elementari non è dovuto al fatto che devono recarsi in locali che, è vero, sono a 20 metri dal corso (ex pretura), ma soprattutto dal fatto che quei locali non sono stati costruiti per ospitare delle classi. Ma lo sai che i bambini delle classi 1.a, 2.a e 3.a elementare fanno la ricreazione in quelle piccole aule che erano destinate a uffici? E poi, mi chiedo, ma perchè l'attuale amministrazione comunale ha bloccato i lavori per la nuova scuola al Campo Boario? All'epoca dissero che dovevano apportare non so quali modifiche al progetto. Balle, balle e balle.
Inserito da  Aaron  il 14/11/2009 alle ore 12:14:42
 n. 26 
almeno temporaneamente,poi quello che si decidera' per il futuro di quello spazio o della struttura esistente e' un'altra cosa,adesso servirebbe a ridare a casoli uno spazio culturale,inoltre perfettamente operativo e attrezzato,completo.
Inserito da  Anonimo  il 14/11/2009 alle ore 12:23:39
 n. 27 
finalmente un po' di luce...ahahahahaha
Inserito da  POR  il 15/11/2009 alle ore 10:11:05
 n. 28 
si ma al mio dubbio nessuno trova una risposta, REGGE O NO REGGE???
Inserito da  Anonimo  il 15/11/2009 alle ore 10:29:11
 n. 29 
Aspettiamo il VIC.
Inserito da  POR  il 15/11/2009 alle ore 10:46:13
 n. 30 
...ridi... ridi... che la mamma ha fatto gli gnocchi...
Inserito da  wall-e  il 15/11/2009 alle ore 11:50:14
 n. 31 
o statico visto che anche a te piacciono le cose statiche e stabili,ti associ al mio dubbio??
Inserito da  Anonimo  il 15/11/2009 alle ore 14:38:59
 n. 32 
mi associo al tuo dubbio ma come hai ben visto qui credo siamo solo io e te ad avere stò dubbio
Inserito da  statico  il 15/11/2009 alle ore 17:44:09
 n. 33 
ma sara' che siamo noi non statici,forse e' una questione di neuroni logic, non stanno mai fermi, EPPUR SI MUOVE
Inserito da  Anonimo  il 15/11/2009 alle ore 20:49:51
 n. 34 
To be, or not to be: that is the question
Inserito da  Hamlet  il 16/11/2009 alle ore 08:43:25
 n. 35 
better late than never
Inserito da  Anonimo  il 16/11/2009 alle ore 11:16:03
 n. 36 
Ma è vecchio o è antico? Mha...forse è solo questione di congruenza.
Inserito da  statico  il 16/11/2009 alle ore 11:17:41
 n. 37 
si dovrebbe portare in consiglio comunale,se regge o no regge,a (noi),al momento, non interessa il destino della struttura,ma soltanto temporaneamente che ritorni a funzionare la sala cineteatro.
Inserito da  Anonimo  il 16/11/2009 alle ore 12:53:25
 n. 38 
Domanda? Chi ha interpellato la Sovrintendenza....... e perchè......se il comune interveniva secondo la votazione dei cittadini senza scomodare la Sovrintendenza.......cosa sarebbe successo?
Inserito da  Casolano  il 20/11/2009 alle ore 12:47:46
 n. 39 
Casolano, cosa succede quando si fa qualcosa contro legge?
Inserito da  casolano doc  il 20/11/2009 alle ore 13:56:19
 n. 40 
che fa regge ?? je la famo per natale cor cinema??? regge??
Inserito da  Anonimo  il 20/11/2009 alle ore 23:56:21
 n. 41 
er solaio chiaramente, regge ?????
Inserito da  Anonimo  il 20/11/2009 alle ore 23:57:54
Inserisci un commento
Autore
E-mail o Sito Web

Prima dell'invio, inserisci i numeri del codice di sicurezza che vedi apparire qui sotto

Codice di sicurezza

AVVERTENZE da leggere prima di postare i commenti
Non sono consentiti:
1) messaggi inseriti interamente con caratteri maiuscoli
2) messaggi non inerenti al post
3) messaggi pubblicitari
4) messaggi con linguaggio offensivo e/o lesivo nei confronti di terzi
5) messaggi che contengono turpiloquio
6) messaggi con contenuto sessista, razzista ed antisemitico

7) messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

8) messaggi inseriti col copia ed incolla di lunghi articoli


La Redazione di casoli.org si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi dato inserito, senza preavviso e senza fornire alcuna motivazione.

In ogni caso, casoli.org non potrà essere ritenuto responsabile per eventuali messaggi lesivi di diritti di terzi e non risponde per eventuali controversie che dovessero insorgere tra gli utenti. Ogni utente è responsabile dei dati che inserisce e ad ogni sua azione corrisponde un indirizzo IP registrato su database.

 
 

casoli.org è un sito pubblicato sotto Licenza Creative Commons

Dove non specificato diversamente, è possibile riprodurre il materiale: non alterandolo, citando sempre la fonte e non traendone vantaggi economici.


Riferimento legislativo sulla privacy

Legge 633 del 22 aprile 1941 e successive modifiche ed integrazioni
Protezione del diritto d'autore e di altri diritti connessi al suo esercizio
SEZIONE II
Diritti relativi al ritratto.
Art. 97
Non occorre il consenso della persona ritrattata quando la riproduzione dell'immagine è giustificata dalla notorietà o dall'ufficio pubblico coperto da necessità di giustizia o di polizia, da scopi scientifici, didattici o culturali, o quando la riproduzione è collegata a fatti, avvenimenti, cerimonie di interesse pubblico o svoltisi in pubblico.
Il ritratto non può tuttavia essere esposto o messo in commercio, quando l'esposizione o messa in commercio rechi pregiudizio all'onore, alla reputazione od anche al decoro della persona ritratta.


Nota (ndr): per quanto attiene il ritratto di minori, la pubblicazione nei termini e modi indicati nel precedente Art. 97, è vietata solo per i minori coinvolti in vicende giudiziarie (art.13 D.P.R. 22/09/88 n.448 ed art.50 D.L. 30/06/03 n.196, che estende il divieto anche ai casi di coinvolgimento a qualunque titolo del minore in procedimenti giudiziari in materie diverse da quella penale).

Torna in alto |

 

.

 

 
 Cerca nelle News

 

         Cerca nelle FotoNotizie

METEO

"Non c'è nulla di nobile nell'essere superiore a un altro uomo. La vera nobiltà sta nell'essere superiore alla persona che eravamo fino a ieri". (Samuel Johnson)

 
 
 
casoli.org Mobile
::: LE NEWS DAL WEB :::

::: ARCHIVIO :::

< febbraio 2020 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
 
             
FotoNotizie

News - Audio - Video

Amarcord (1)
Ambiente (141)
Ambrosia (44)
Archeologia (23)
Attualità (8)
AudioComune (19)
AudioEventi (2)
AudioOspedale (2)
AudioStoria (10)
Autori (12)
Avvisi (51)
Beni culturali (37)
Calendario eventi (22)
Cinema (30)
Comune (233)
Comunità Montana (11)
Concerti (144)
Concorsi (34)
Corsi (22)
Cronaca (72)
DiversAbili (41)
Emigrazione (23)
Eventi (436)
Foto FB (6)
Internet (19)
Interviste (9)
Lavoro (7)
Libri (113)
Menu (1)
Mostre (45)
Musei (1)
Musica (36)
Ospedale (194)
Politica (43)
Recensioni (6)
Regione (16)
Solidarietà (36)
Spettacoli (82)
Sport (82)
Storia (80)
VideoAmarcord (4)
VideoAmbiente (16)
VideoAmbrosia (9)
VideoAntropologia (1)
VideoArcheologia (11)
VideoAttualità (13)
VideoBeniCulturali (5)
VideoCartoline (5)
VideoClip (1)
VideoConcerti (70)
VideoConsiglio (6)
VideoCronaca (39)
VideoEmigrazione (4)
VideoEventi (34)
VideoFeste (12)
VideoFolclore (5)
VideoInterviste (4)
VideoLibri (18)
VideoMeteo (5)
VideoMusica (5)
VideoNatura (4)
VideoOspedale (50)
VideoReligiosi (20)
VideoSolidarietà (8)
VideoSpettacoli (30)
VideoSport (20)
VideoStoria (42)
VideoTradizioni (10)
Vignette (12)


Catalogati per mese:
Luglio 2002
Agosto 2002
Settembre 2002
Ottobre 2002
Novembre 2002
Dicembre 2002
Gennaio 2003
Febbraio 2003
Marzo 2003
Aprile 2003
Maggio 2003
Giugno 2003
Luglio 2003
Agosto 2003
Settembre 2003
Ottobre 2003
Novembre 2003
Dicembre 2003
Gennaio 2004
Febbraio 2004
Marzo 2004
Aprile 2004
Maggio 2004
Giugno 2004
Luglio 2004
Agosto 2004
Settembre 2004
Ottobre 2004
Novembre 2004
Dicembre 2004
Gennaio 2005
Febbraio 2005
Marzo 2005
Aprile 2005
Maggio 2005
Giugno 2005
Luglio 2005
Agosto 2005
Settembre 2005
Ottobre 2005
Novembre 2005
Dicembre 2005
Gennaio 2006
Febbraio 2006
Marzo 2006
Aprile 2006
Maggio 2006
Giugno 2006
Luglio 2006
Agosto 2006
Settembre 2006
Ottobre 2006
Novembre 2006
Dicembre 2006
Gennaio 2007
Febbraio 2007
Marzo 2007
Aprile 2007
Maggio 2007
Giugno 2007
Luglio 2007
Agosto 2007
Settembre 2007
Ottobre 2007
Novembre 2007
Dicembre 2007
Gennaio 2008
Febbraio 2008
Marzo 2008
Aprile 2008
Maggio 2008
Giugno 2008
Luglio 2008
Agosto 2008
Settembre 2008
Ottobre 2008
Novembre 2008
Dicembre 2008
Gennaio 2009
Febbraio 2009
Marzo 2009
Aprile 2009
Maggio 2009
Giugno 2009
Luglio 2009
Agosto 2009
Settembre 2009
Ottobre 2009
Novembre 2009
Dicembre 2009
Gennaio 2010
Febbraio 2010
Marzo 2010
Aprile 2010
Maggio 2010
Giugno 2010
Luglio 2010
Agosto 2010
Settembre 2010
Ottobre 2010
Novembre 2010
Dicembre 2010
Gennaio 2011
Febbraio 2011
Marzo 2011
Aprile 2011
Maggio 2011
Giugno 2011
Luglio 2011
Agosto 2011
Settembre 2011
Ottobre 2011
Novembre 2011
Dicembre 2011
Gennaio 2012
Febbraio 2012
Marzo 2012
Aprile 2012
Maggio 2012
Giugno 2012
Luglio 2012
Agosto 2012
Settembre 2012
Ottobre 2012
Novembre 2012
Dicembre 2012
Gennaio 2013
Febbraio 2013
Marzo 2013
Aprile 2013
Maggio 2013
Giugno 2013
Luglio 2013
Agosto 2013
Settembre 2013
Ottobre 2013
Novembre 2013
Dicembre 2013
Gennaio 2014
Febbraio 2014
Marzo 2014
Aprile 2014
Maggio 2014
Giugno 2014
Luglio 2014
Agosto 2014
Settembre 2014
Ottobre 2014
Novembre 2014
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017
Dicembre 2017
Gennaio 2018
Febbraio 2018
Marzo 2018
Aprile 2018
Maggio 2018
Giugno 2018
Luglio 2018
Agosto 2018
Settembre 2018
Ottobre 2018
Novembre 2018
Dicembre 2018
Gennaio 2019
Febbraio 2019
Marzo 2019
Aprile 2019
Maggio 2019
Giugno 2019
Luglio 2019
Agosto 2019
Settembre 2019
Ottobre 2019
Novembre 2019
Dicembre 2019
Gennaio 2020
Febbraio 2020

Ultimi commenti:
vi sembra una cosa normale il ...
08/07/2019 alle ore 13:01:16
Inserito da star dust
MOVE ONE... ottima osservazion...
13/04/2019 alle ore 12:41:20
Inserito da casoli.org
Spiegate anche, perché tenete ...
11/04/2019 alle ore 08:48:07
Inserito da MOVE ON
ATTENZIONE!! In seguito al suc...
30/12/2018 alle ore 17:34:26
Inserito da casoli.org
Complimenti alla bella organiz...
07/10/2018 alle ore 13:56:50
Inserito da Maria Menna- Roma
http :// www . mednat . org /s...
12/09/2018 alle ore 12:50:06
Inserito da R.B.
Faccia un ulteriore sforzo, um...
12/09/2018 alle ore 12:40:26
Inserito da regno bacteria
La famiglia Talone ringrazia v...
06/09/2018 alle ore 09:36:58
Inserito da La moglie
Vorrei macinare del grano soli...
11/06/2018 alle ore 20:56:03
Inserito da fioravante scamuffa
correggo 15 lt pro capite, è p...
23/01/2018 alle ore 09:58:52
Inserito da j

Valid xhtml 1.0 / css